News from the editorial

  • Klaus Meitinger

A tutto gas.

Cari lettori,

Nonostante l'aumento delle infezioni, la ripresa economica dell'economia tedesca continua con maggiore slancio. Lo scenario di ripresa stabilito dal luglio 2020 si è quindi ulteriormente consolidato. Questo è sottolineato dagli ultimi sondaggi dell'ifo Institute sul clima economico e sulle aspettative di esportazione. A marzo, questi sono addirittura saliti al loro livello più alto da gennaio 2011!

Particolarmente impressionante è lo sviluppo nell'industria, le cui aspettative sono un indicatore importante per l'indicatore del mercato azionario del patrimonio privato. Lì, le cose si stanno muovendo verso l'alto ad un ritmo rapido. L'istituto Ifo riferisce che la domanda è aumentata notevolmente in tutti i settori industriali. Le aspettative sono ora ottimistiche come lo erano l'ultima volta nel novembre 2010.

Sembra buono. Ma il punto saliente dell'ultimo rapporto Ifo Business Climate per noi è che i ricercatori di Monaco hanno appena ricalibrato il loro orologio economico. Vi abbiamo già presentato questo grafico molte volte in questo spazio. Mostra a colpo d'occhio in quale fase economica si trova l'economia tedesca - ripresa, boom, rallentamento o crisi.

Negli ultimi mesi, il messaggio dell'orologio è stato un po' difficile da interpretare. Per esempio, l'orologio economico aveva già raggiunto di nuovo il settore del boom nel settembre 2020, il che era difficile da conciliare con i rapporti effettivi delle aziende in quel momento.

La ragione può essere trovata nel metodo di calcolo. Per determinare l'equilibrio dei rapporti aziendali sulla situazione degli affari e le aspettative aziendali, la percentuale di risposte negative viene sottratta dalla percentuale di quelle positive. Se questi si equilibrano, il saldo è zero. Un saldo di zero era quindi precedentemente definito come lo stato matematico normale dell'economia e corrispondeva quindi al mirino dell'orologio Ifo.

Tuttavia, le analisi dell'Istituto Ifo mostrano che la media di lungo periodo - cioè il vero stato normale dell'economia - è stata sempre raggiunta in passato a saldi ben al di sopra dello zero. Per poter rappresentare la vera situazione dell'economia sull'orologio del ciclo economico, il mirino doveva essere adattato allo stato normale reale e spostato di conseguenza. Questo è esattamente ciò che l'Istituto Ifo ha fatto ora. Potete vedere la differenza nelle figure qui sotto - a sinistra vedete il "vecchio" orologio del ciclo economico di febbraio, a destra quello "nuovo" di marzo. Infatti, il mirino del nuovo indicatore del ciclo economico è stato spostato verso l'alto a destra dei rispettivi valori medi.

210330 pw online NadR Volle Pulle

Pensiamo che la nuova forma di presentazione - i dati di base non sono cambiati - mostra meglio dove si trova l'economia. Secondo esso, la Germania ha appena lasciato il quadrante della crisi ed è ora nella fase di recupero. Rende anche più facile capire l'idea dell'indicatore del mercato azionario del patrimonio privato. Vogliamo essere investiti quando l'economia si sposta dal basso a sinistra (crisi) alla ripresa fino all'alto a destra (boom) sull'orologio ifo. E tendiamo a voler essere in disparte quando si muove dall'alto a destra (boom) attraverso la flessione fino al basso a sinistra (crisi).

Il messaggio attuale per gli investitori è che c'è ancora molta strada da fare prima che il quadrante del boom si surriscaldi. La componente economica nell'indicatore del mercato azionario del private-wealth, presa isolatamente, potrebbe indicare una luce verde per gli investimenti azionari per molto tempo a venire.

Conclusione:

Poiché l'indicatore economico Ifo continua ad essere positivo e il sismografo è anch'esso invariato da mesi, una sovraponderazione delle azioni sembra consigliabile. Attualmente, la probabilità "verde", che suggerisce un mercato calmo con una tendenza positiva, e la probabilità "gialla" di un mercato turbolento con aspettative positive si equilibrano approssimativamente. "Rosso" - mercato turbolento con aspettative negative - continua a non giocare alcun ruolo. La probabilità "verde" ha effettivamente guadagnato quote di recente. Questo è positivo e rafforza la raccomandazione che è valida da molto tempo: una chiara sovraponderazione", riassume Oliver Schlick, che come amministratore delegato della Secaro GmbH calcola le probabilità e le collega alle raccomandazioni di investimento.

Un mese fa, abbiamo sottolineato che la forma concreta della ponderazione azionaria dipende dal fatto che la narrazione di un boom economico e di utili societari significativamente crescenti combinati con tassi di interesse persistentemente bassi rimanga valida.

In concreto, calcoliamo quindi due scenari per voi. Nel primo caso, al quale noi stessi attribuiamo attualmente una maggiore probabilità, l'ipotesi è che l'"era dei tassi zero" delle principali banche centrali continuerà per molto tempo (per il calcolo assumiamo dieci anni). Ciononostante, i guadagni aziendali stanno aumentando in linea con la tendenza degli ultimi anni. Allora l'indicatore del mercato azionario del private-wealth consiglierebbe un'allocazione azionaria nel corridoio tra il 90 e il 120 per cento del capitale destinato agli investimenti azionari. E poiché il sismografo considera prudente un sovrappeso, l'allocazione azionaria specifica dell'indicatore del mercato azionario sarebbe del 110%.

Coloro che credono nel "vecchio" mondo, dove i tassi d'interesse salgono insieme all'economia, devono essere più cauti data l'alta valutazione dei mercati. In questo caso, è attualmente indicata una quota di azioni pari al 90% del capitale destinato alle azioni.

Il tuo

Klaus Meitinger

Nota: Nonostante l'accurata selezione delle fonti, non si può accettare alcuna responsabilità per l'accuratezza del contenuto. Le informazioni fornite nel patrimonio privato sono solo a scopo informativo e non costituiscono un invito a comprare o vendere titoli.

  • Klaus Meitinger

In pista.

ifo Indizes Mar2021Cari lettori,

A febbraio, l'ifo Business Climate ha recuperato il calo di gennaio. Particolarmente impressionante è stato lo sviluppo positivo nell'industria, che è anche cruciale per l'indicatore del mercato azionario del patrimonio privato. La valutazione della situazione lì è ora tornata al livello dell'estate 2019 - quindi il crollo di Corona è stato più che compensato. E anche le aspettative delle imprese puntano di nuovo verso l'alto.

Continua a leggere

  • Klaus Meitinger

Il 2021 sarà un anno da top stock?

0802 BullenCari lettori,

Nell'ultimo mese, abbiamo praticamente visitato una dozzina di outlook annuali di banche e gestori patrimoniali. La linea di fondo è chiara: quest'anno, gli auguri si aspettano una ripresa economica massiccia, tassi d'inflazione in aumento e ancora una politica monetaria ultra-espansiva continua. Cosa significa questo per la strategia di investimento?

All'inizio del suo 2021 Annual Outlook ogni anno, Neuberger Berman chiede al pubblico quale classe di attività avrà la migliore performance nell'anno a venire. Questa volta la risposta era chiara. Il 74% - più che in qualsiasi momento negli ultimi cinque anni - ha scelto le azioni.

Continua a leggere

  • Klaus Meitinger

L'inflazione sta tornando?

Inflation AdobeStock 71088009 smallCari lettori,

Nell'ultimo mese, abbiamo praticamente visitato una dozzina di outlook annuali di banche e gestori patrimoniali. La linea di fondo è chiara: quest'anno, i previsori si aspettano una massiccia ripresa economica. Questo solleva una domanda intrigante: anche i tassi di inflazione aumenteranno? E questo costringerà le banche centrali a frenare prima del previsto?

Continua a leggere

  • Klaus Meitinger

Boom economico nel 2021?

iStock 1265159212 03022021Cari lettori,

Nell'ultimo mese, abbiamo praticamente visitato una dozzina di outlook annuali di banche e gestori patrimoniali. La quintessenza è chiara: nel prossimo anno, i previsori si aspettano una massiccia ripresa economica.

Continua a leggere

Indirizzo editoriale

  • Private Wealth GmbH & Co. KG
    Montenstrasse 9 - 80639 München
  • +49 (0) 89 2554 3917
  • +49 (0) 89 2554 2971
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lingue

Social media