• Klaus Meitinger & Moritz Eckes

Per quanto riguarda la sigaretta.

Con ogni tasso di crescita più debole e ogni notizia negativa dal settore delle imprese, sempre più investitori cominciano a pensare a ciò che sembra impensabile. Può davvero essere che il mondo si trovi ad affrontare un'altra recessione?

A prima vista, il nervosismo sui mercati è completamente contrario alle previsioni ufficiali. L'OCSE, ad esempio, prevede una crescita del 3,0% quest'anno e del 3,3% nel 2017. Recessione? Non c'è traccia. Soprattutto, gli Auguren vedono il calo dei prezzi delle materie prime come un enorme programma di stimolo economico. Questo potrebbe rassicurarci se non fosse per la nostra esperienza che gli economisti di solito non riconoscono una recessione fino a quando non è già lì.

Nella primavera del 2008, ad esempio, i principali istituti di ricerca tedeschi si aspettavano una crescita dell'1,7% nella zona euro nel 2008 e dell'1,6% nel 2009 - anche se i ricercatori già allora dicevano: "La crisi immobiliare statunitense pesa sull'economia". Il crollo a meno 4,0 per cento nel 2009 non era nemmeno vicino a un problema.

Perché è così? Quello che i ricercatori descrivono come "rischi per la stabilità finanziaria" è ovviamente imprevedibile. Grandi fallimenti aziendali e statali, crisi bancarie e creditizie, fuga di capitali, turbolenze valutarie - tutte cose che possono innescare effetti domino. Questi pericoli aumentano quando c'è troppo debito nel sistema dopo una lunga fase di ripresa.

Oggi, questi rischi per la stabilità finanziaria sono maggiori di quanto lo siano stati per molto tempo. Ci sono un numero superiore alla media di trigger che potrebbero ribaltare la prima pietra: la geopolitica. China. Brexit. Crollo delle materie prime. Fallimenti dell'industria statunitense del fracking. La disunità dell'Europa nella crisi dei rifugiati..... Allo stesso tempo, i prezzi delle azioni sono ancora superiori alla media, soprattutto negli Stati Uniti. 

Questa combinazione rende in realtà la strategia di investimento molto semplice. Siamo ricchi. Non dobbiamo esserlo per forza. Vogliamo solo rimanere. Il nostro grande vantaggio rispetto al settore finanziario è che possiamo rimanere in disparte per un po' di tempo in queste situazioni. E di accettare consapevolmente che si potrebbe dare via alcuni punti percentuali di rendimento. Tra qualche mese, vedremo più chiaramente dove stanno andando le bilance. Fino ad allora, vi terremo aggiornati su www.private-wealth.de .

Nei prossimi tre mesi, l'ID utente sarà: privatewealth, la password: Achterbahn.

Klaus Meitinger     Moritz Eckes

Direttore editoriale      Editore

Indirizzo editoriale

  • Private Wealth GmbH & Co. KG
    Montenstrasse 9 - 80639 München
  • +49 (0) 89 2554 3917
  • +49 (0) 89 2554 2971
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lingue

Social media