• Schroders Deutschland

L'Asia, la centrale elettrica.

88 Schroders PE AdobeStock 127013703

Private equity in Asia. Nel XXI secolo, l'Asia dominerà il mondo. In nessun'altra regione gli investitori trovano una tale combinazione di dimensioni e crescita. Il private equity è la chiave per liberare questo potenziale.

"Entro la fine del 2014, il nostro portfolio manager ha effettuato un co-investimento con il poco conosciuto rivenditore online indiano Flipkart", afferma Peter Begler, direttore alternativo di Schroders. "Nel 2019, la multinazionale americana Walmart ha acquisito il 77% dell'azienda per 16 miliardi di dollari USA - e il nostro manager ha realizzato 3,2 volte il suo esborso di capitale per la vendita".

Peter Begler lo riferisce non solo perché qui è documentato un investimento estremamente lucrativo. Ma perché le peculiarità del mercato asiatico si possono spiegare con l'esempio del Flipkart. "La combinazione di un gran numero di potenziali clienti, una crescita superiore alla media e l'affinità tecnologica delle persone è unica - in nessun altro luogo le aziende trovano condizioni migliori per scalare rapidamente il loro business".

In effetti, i fatti sono impressionanti. Quasi il 60 per cento della popolazione mondiale vive in Asia. Solo in Cina e in India, la cifra è del 36 per cento. Ciò rende ciascuno di questi paesi quasi il doppio della popolazione degli Stati Uniti e dell'Europa messi insieme. Con più di quattro miliardi di persone che lottano per la prosperità, la regione è stata a lungo il motore della crescita mondiale. Quest'anno, ad esempio, l'Asia sarà responsabile del 44 per cento della crescita globale. Mentre l'economia dei paesi industrializzati sta lottando con la Sättigungstendenzen, l'Asia è nel bel mezzo di un lungo processo di recupero economico.

La particolare composizione della popolazione e il cambiamento delle loro abitudini è un vantaggio particolare. Si tratta di quattro Ms - millennials, classe media, metropoli e mobile.

In Asien ci sono 800 milioni di cosiddetti millennials che vivono. Sei giovane, affamato di successo ed estremamente tecnico. Di conseguenza, ci sono utenti Internet in Asia zwei Milliarden e il numero di contratti di telefonia mobile è di 4,3 miliardi. Gli Stati Uniti e l'Europa, ad esempio, gestiscono solo una frazione di questi numeri. Solo in India, l'uso mobile dei dati è aumentato di venti volte tra il 2014 e il 2017. Oggi il continente è di conseguenza innovativo. Il numero di domande di brevetto nella sola Cina è aumentato di otto volte negli ultimi dieci anni. Sembra quindi logico che oggi la Cina sia all'avanguardia anche nei nuovi settori economici moderni. Il mercato dell'e-commerce è passato da zero al primo posto nel mondo in un decennio. L'importo assoluto dei pagamenti online è undici volte superiore a quello degli Stati Uniti.Attualmente vengono vendute più auto elettriche che negli Stati Uniti e in Europa messi insieme. Non sembra una tesi coraggiosa che anche la Cina sarà all'avanguardia nello sviluppo dell'intelligenza artificiale.

Indipendentemente dall'economia globale, anche la domanda dei consumatori di Asien crescerà. Secondo un'analisi dell'American Brookings Institute, 900 milioni di persone provenienti dall'Asia arriveranno dal nächsten Milliarde, che si unisce alla classe media. In questo processo di sviluppo, il consumo privato aumenta in generale in modo significativo.

83 Schroders Asien

Questo da solo è un interessante punto di partenza per le aziende asiatiche. E sarà notevolmente migliorata ancora una volta dall'ingresso della gente nelle città. Ci sono già 300 milioni di città in Asia oggi. Questo è l'ideale per un'azienda giovane che vuole rivolgersi al maggior numero possibile di consumatori. L'espansione è molto più facile se è possibile raggiungere un gran numero di clienti potenziali in uno spazio concentrato. Le economie di scala così ottenute garantiscono prodotti e servizi più rapidi, più moderni, migliori e meno costosi.

Un esempio:  Obwohl il servizio di autista cinese Didi ha iniziato solo tre anni dopo che il concorrente americano Uber, l'azienda oggi effettua il doppio dei viaggi in Cina da solo come Uber in tutto il mondo. Per raggiungere lo stesso numero di megalopoli, Ueber avrebbe dovuto servire il Nord America, l'Europa e parti dell'Asia - e far fronte a molti regolamenti diversi. Per Didi, invece, in Cina tutto è sempre lo stesso.

"È ovvio che questa affascinante prospettiva dell'area economica asiatica offre anche opportunità lucrative per gli investitori", chiarisce Peter Begler.

Il modo tradizionale è attraverso i mercati azionari e le strategie d'investimento orientate all'indice. E' semplice, ma ha degli inconvenienti. Gli indici borsistici non rispecchiano a lungo il vivace panorama societario asiatico. Un esempio tipico è Lenskart, il principale fornitore indiano di occhiali. Con la sua intelligente combinazione di strategia online e negozi al dettaglio, l'azienda vende già 300.000 apparecchi visivi al mese.In un mercato di 500 milioni di persone, l'Unione ha ancora un enorme potenziale di crescita.

Tali società di solito cercano invano investitori nei principali indici. Qui dominano invece i vecchi, grandi e liquidi Gesellschaften. Molte aziende innovative non cercano nemmeno di diventare pubbliche, ma - come Flipkart - vengono vendute direttamente a investitori strategici. "Gli investitori hanno quindi un accesso molto limitato alla storia dei consumatori guidata dalle quattro Ms", conclude Begler.

La strategia spesso perseguita di trarre profitto dalla forte crescita dei consumatori asiatici attraverso l'acquisto di azioni di società occidentali non è apparentemente l'idea migliore neanche a lungo termine.

Un recente sondaggio McKinsey mostra che i consumatori cinesi ora preferiscono i marchi locali in 15 delle 17 categorie intervistate. Solo con il vino e il latte in polvere i fornitori stranieri sono ancora più avanti.

La conclusione logica è che se la maggior parte dei consumatori ha una preferenza per i marchi nazionali prodotti da aziende nazionali, la maggior parte delle quali sono di proprietà privata, il modo migliore per investire nel secolo asiatico è attraverso la classe di attivi di private equity.

Come implica il nome Private Equity (PE), questa forma di finanziamento fornisce capitale proprio a società private che di solito non sono quotate in borsa. I gestori dei fondi di private equity lavorano poi per innescare uno sviluppo positivo nella rispettiva azienda - sul lato dei costi, ampliando e ampliando il modello di business o anche attraverso espansioni o acquisizioni. Se avranno successo, loro e i loro investitori guadagneranno denaro.

"Questo ha funzionato bene in passato", erläutert Begler. "L'Asia è da tempo un mercato redditizio per gli investitori di private equity. In media, i fondi di private equity lanciati tra il 2009 e il 2015 hanno generato un rendimento annuo superiore al 10% del capitale investito, al netto di costi e commissioni. Non vedo perché in futuro non dovrebbe essere così".

Tuttavia, il private equity asiatico è ancora significativamente sottorappresentato nei portafogli di ricchi investitori europei. Se volete investire direttamente in singoli fondi di private equity, avete bisogno di molto know-how e risorse locali. Perché la selezione dei fondi è un'attività complessa a causa delle differenze di mentalità.Gli investitori privati spesso non trovano nemmeno accesso ai migliori fornitori.

Coloro che tuttavia osano farlo hanno finora messo il loro capitale a disposizione dei megafondi esistenti. Tuttavia, a causa delle loro dimensioni, sono costretti a cercare principalmente grandi aziende target. Questo settore in particolare, tuttavia, è altamente competitivo. Incredibilmente molto capitale insegue pochi obiettivi di investimento.

La casa d'investimento Schroders adotta quindi un approccio diverso. Esso fornisce a gestori di private equity selezionati che si sono specializzati in transazioni di minore entità. C'è meno concorrenza tra gli investitori, il successo dell'investimento non dipende così fortemente dall'indebitamento e dalle arti finanziarie dei gestori. Inoltre, le imprese più piccole spesso non hanno avuto contatti con gli investitori istituzionali. In questo modo è più facile ottenere un reale valore aggiunto attraverso miglioramenti nell'attività operativa rispetto alle aziende che sono già passate nelle mani di diversi fondi di private equity.

Gli investitori non solo trovano un ingresso redditizio in un investimento promettente. "Stanno anche aggiungendo un importante elemento di diversificazione al loro portafoglio globale", spiega Peter Begler, concludendo: "In un mondo in cui le aspettative di rendimento della maggior parte delle classi di attività sono relativamente basse, il mercato asiatico del private equity è un vero e proprio punto di forza.

____________________________

// Come investire in Asian Private Equity.

La competenza è ciò che conta di più quando si tratta di investimenti in private equity. La casa d'investimento Schroders ha più di 20 anni di esperienza nella gestione di private equity. Con la sua filiale Adveq, Schroders è presente in Asia dal 2005 e ha investito più di un miliardo di dollari in oltre 100 aziende della regione.

Con 10 miliardi di dollari di patrimonio di private equity in gestione al 31 dicembre 2018, Schroders e Schroder Adveq si concentrano su soluzioni di investimento specializzate che consentono ai clienti di accedere a selezionate attività di private equity attraverso investimenti primari e secondari e investimenti diretti/coinvestimenti.

Grazie alla sua lunga storia, il team di gestione non solo conosce molto bene il panorama aziendale e il mercato degli investimenti diretti, ma ha anche accesso ai gestori di fondi di private equity di maggior successo della regione. Tra gli altri, ci sono dieci dipendenti a Pechino che sono costantemente alla ricerca sul mercato locale di idee di investimento interessanti.

Il rendimento medio delle annate di investimento dal 2005 - calcolato secondo il metodo IRR - è stato pari al 13,1 per cento.

____________________________

®

Pubblicazione speciale:

Schroders Germania:

Schroder Gestione degli investimenti

(Europa) S.A., filiale tedesca

Taunustor 1, 60310 Francoforte, Germania

www.schroders.de

Christian Windolph (069 975717130)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Foto: Adobe Stock/Blue Planet Studio

Indirizzo editoriale

  • Private Wealth GmbH & Co. KG
    Montenstrasse 9 - 80639 München
  • +49 (0) 89 2554 3917
  • +49 (0) 89 2554 2971
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lingue

Social media