Oro bianco.

Print Friendly, PDF & Email

082 Gutenberg 4 Bildschirmfoto 2018 12 05 um 14.11.45Avventura. Attraverso il pioniere dell'heliski Leo Steiner, l'ex insediamento di cercatori d'oro di Atlin, nell'estremo nord della Columbia Britannica, divenne un luogo di desiderio per gli amanti della neve polverosa. Ma dopo che suo figlio ha avuto un incidente in un crepaccio nel 2011, l'elicottero è rimasto a terra. Lo svizzero André Gutenberg ha recentemente fatto rivivere la leggenda di Atlin. La sua zona di heliski è molto particolare: più rustica, selvaggia, selvaggia, solitaria e strana di quella dei "soliti sospetti" nel sud della provincia.

Finalmente è tornato in aria, Josef "Josi" Jennewein da Pettneu am Arlberg. Con gesti decisi dirige il pilota dell'elicottero attraverso il labirinto selvaggio di cime e ghiacciai. Quando il bianco immacolato campo di ghiaccio Juneau al confine con l'Alaska è quasi raggiunto, egli indica un punto di atterraggio, appena più grande di un nido d'aquila. Pochi minuti dopo il suo gruppo scende su un pendio perfettamente inclinato, che porta il suo nome: Powder-Bowl.

Per anni la guida sciistica Jennewein ha accompagnato gli ospiti di "Klondike Heliskiing" in questo luogo magico. Fino a quando questa disgrazia è avvenuta. Leo Steiner Junior, 47 anni, responsabile di Klondike Heliskiing, era stato in viaggio con un gruppo di sciatori nella primavera del 2011. La stagione in realtà era già finita, voleva solo fare un favore agli ospiti russi solvibili. Mentre la guida sciistica fotografava i clienti e faceva qualche passo indietro, il manto nevoso si è rotto. Steiner cadde a 35 metri in un crepaccio. La "ciotola della polvere" ora rimane intatta per cinque inverni.

Che ha segnato la fine di un'epoca. Leo Steiner Senior, è stato uno dei pionieri dell'heliskiing in Canada. Steiner, emigrato da Leogang nella regione del Salisburghese, aveva lavorato per 20 anni come guida elicottero prima di fondare la propria azienda nel 1994. Li ha stabiliti nell'estremo nord della Columbia Britannica, nell'ex città di Atlin, lontano dai molti altri fornitori di heliski nel sud della provincia. "All'inizio volevo solo evitare la concorrenza", ha spiegato una volta. "Ma poi ho capito che la natura quassù è molto più spettacolare e selvaggia che nel sud".

Steiner Senior, ora oltre gli 80 anni, era ancora una guida alpina della vecchia scuola. Suo figlio, d'altra parte, amava anche essere un intrattenitore e leone delle feste. I suoi ospiti lo amavano per il fatto che anche in un "downday", un giorno in cui il tempo rendeva impossibile sciare, potevano divertirsi molto con lui. Molti dei suoi ospiti sono tornati ogni inverno, anche se l'Atlin Inn, un albergo storico, è stato sempre più avanti negli anni e non ha offerto lo standard di altri heliski lodge. Ma era autentico, non Heliski-Disneyland. Cantanti di campagna si sono esibiti nella "Inn" con la sua atmosfera da salone. Il whisky era ubriaco di veri cacciatori e cercatori d'oro. Coloro che uscivano guardavano il lago ghiacciato di Atlin e la M.V. Tarahne, una nave passeggeri del periodo del boom alla fine del XIX secolo.

130 anni fa c'erano 10000 avventurieri che vivevano ad Atlin e che volevano arricchirsi all'ultima corsa all'oro dell'Alto Nord. Anche gli operai che costruirono la "White Pass Railway", la linea ferroviaria tra Skagway (Alaska) e Whitehorse (Yukon), lasciarono tutto alle spalle quando sentirono che Fritz Miller, di origine tedesca, aveva trovato qui la prima pepita.

Naturalmente Steiner Jun. ha venduto nostalgia e storia un po' per necessità, perché gli mancavano i soldi per gli investimenti. Quando ha avuto un incidente nel 2011, Klondike Heliskiing era in rosso. Né la sua famiglia né sua sorella Helene, la prima guida alpina austriaca certificata dallo stato, voleva continuare a dirigere l'azienda. Ad Atlin, quindi, si spense qualche altra luce.

Per la maggior parte dei rimanenti 450 abitanti questo significava poco. Si erano trasferiti qui ai margini della natura selvaggia con i suoi inverni rigidi per avere la loro pace. Atlin è quindi oggi una sorta di colonia di artisti, un rifugio per uccelli strani, stanchi di civiltà e di abbandoni. E' autogoverno, non c'e' il sindaco. Solo un po' più forte quando il festival musicale si alza nella breve estate. Solo Len Graf e sua moglie Edie, i proprietari dell'Atlin Inn, il primo hotel a quattro stelle nell'Alto Nord cento anni fa, erano a un certo punto troppo tranquilli. Dopo tutto, gli affari sono stati piuttosto brutti da quando gli eliskier non sono riusciti a farcela in inverno.

Cercavano un "rianimatore" e lo hanno trovato nello svizzero André Gutenberg, proprietario di un ranch a Teslin nello Yukon, a circa cento chilometri di distanza, dove trascorre i mesi estivi con la sua famiglia. Gutenberg ha un piccolo elicottero con il quale ha visitato occasionalmente Atlin durante le sue escursioni nella natura selvaggia, ad esempio per fare rifornimento. Ti sei fatto una conversazione, ti sei fatto degli amici.

Gutenberg, nato a Zurigo nel 1970 in circostanze "non redditizie", è considerato un vero e proprio imprenditore. Già da giovane viaggia molto, è un sommozzatore commerciale, ristoratore e gestisce per un po' di tempo uno stand di falafel. A metà degli anni '90 ha poi fondato la società di sviluppo immobiliare Immo Trade Eigenheime AG, che acquista edifici di appartamenti da ristrutturare in Svizzera, li affina con nuove tecnologie e li vende o affitta a prezzi nettamente superiori. "Non ho mai chiesto un prestito in banca. Ho sempre reinvestito tutti i miei profitti, ad esempio in macchine ed escavatori". Il suo "bambino" più giovane è il venerabile ma fatiscente Hotel Galenstock sul Passo del Furka, vicino alla sua casa adottiva Realp nel Canton Uri. L'ha comprato a buon mercato e ora vuole rinnovarlo poco a poco, compreso un ristorante girevole che offre panorami a 360 gradi.

082 Gutenberg 2

Lungo il percorso, insieme al fratello Daniel, investe in una start-up israeliana - Mobileye produce software per la valutazione delle immagini delle telecamere delle auto semoventi. Gutenberg aveva incontrato i due fondatori Ziv Aviram e Amnon Shashua nel 2000 su un traghetto dall'Italia alla Grecia. Nel 2017, il gigante dei semiconduttori Intel acquista Mobileye per 15 miliardi di dollari USA. È la più grande uscita nell'industria high-tech israeliana fino ad oggi. Quanto valeva la quota di Gutenberg, non la rivelera'.

Sembra che non gli importi molto neanche a lui. "Ho solo due hobby: lavorare e sciare." L'autoconfessato drogato di neve polverosa conosce Atlin e i suoi strani abitanti abbastanza bene. E osa fare una mossa li'.

Con il suo piccolo elicottero giallo, Gutenberg vola via dall'area di 5000 chilometri quadrati per la quale gli Steiners avevano la licenza di heliski. Gli piace quello che vede: "Il paesaggio quassù, al confine con lo Yukon e l'Alaska, è molto più spettacolare che nel sud della provincia. Già il volo sul lago ghiacciato di Atlin Lake con le sue braccia laterali a fiordo è un'esperienza. Ma Gutenberg osserva anche: "I potenti ghiacciai con i loro crepacci spalancanti e le loro aspre pareti montuose non sono un terreno che perdona gli errori. Quando si verifica un incidente qui alla fine del mondo, ci vuole molto tempo prima che l'aiuto arrivi.

Tuttavia, la decisione di Gutenberg è stata presa. Le montagne intorno ad Atlin diventeranno le sue nuove pretese, la sua area di ricerca dell'oro bianco. Tuttavia, lascia scadere la licenza di Steiner e ne richiede una nuova licenza: "Non volevo assumermi gli oneri ereditati".

Guardando indietro, gli svizzeri ammettono oggi che questo potrebbe essere stato un errore. Ora deve ottenere tutti i permessi a proprie spese: gli studi dei biologi della fauna selvatica danno un'occhiata alla popolazione di capre di montagna; i cacciatori e la loro potente lobby devono dare il loro consenso. Anche i circa 300 membri della tribù dei Taku River Tlingit sentono l'odore di un accordo: accettano i piani di André solo quando hanno in mano un documento che garantisce loro un bonus per ogni giorno di heliski e sciatore.

E' importante anche convincere i Conti che l'Atlin Inn ha bisogno di un aggiornamento: l'hotel non deve essere un lodge di lusso, ma un luogo dove sentirsi bene dopo una faticosa giornata di sci, con sauna e vasca idromassaggio esterna affacciata sul lago. E lo sci dovrebbe essere il più sicuro possibile qui. "Ho fatto venire una squadra della Guardia aerea svizzera di salvataggio per aiutarci a perfezionare i nostri piani di emergenza."

Da solo: centinaia di corse in un'area grande quanto metà del cantone dei Grigioni. Lo svizzero è quindi pronto a rendersi conto che deve ispirare le ex guide di Leo Steiner per la sua causa. Così va a Whitehorse, dove "Josi" vende Jennewein in estate in uno stand Burritos. Convinse il tirolese, che aveva lavorato per molti anni per Steiner, a mettere a disposizione della nuova azienda "Atlin Heli Sports" la sua "memoria GPS con le discese salvate". Anche Peter Sidler, un emigrante svizzero che vive con la sua famiglia vicino ad Atlin in una capanna di tronchi nel bosco da oltre 30 anni e che ha aiutato a salvare Leo Steiner jun. fa di nuovo parte della festa. Siamo pronti per andare .....

A dire il vero. In primo luogo, Gutenberg deve coordinare il piano con la sua famiglia. È finalmente sposato e ha due figlie in età scolare. Per fortuna sono abituati a molte cose. Quattro di loro hanno attraversato l'estero in bicicletta per settimane. A Teslin, la loro seconda casa nello Yukon, le ragazze Noa e Nili sono cresciute come la Red Zora e la sua banda ai margini della natura selvaggia - senza TV o Internet.

E ora Atlin: Gutenberg convince la moglie tedesca Mira che cucina per gli ospiti Heli. Anche questa è una sfida - non tutti i fornitori sono caratterizzati dall'affidabilità. Alle figlie viene insegnato a casa, all'Atlin Inn, da un emigrante svizzero. Se prenotate la vostra vacanza con Altin Heli Sports, otterrete il collegamento familiare gratuitamente.

082 Gutenberg 3

Giusto in tempo per l'inizio della stagione a marzo 2016, tutto è perfettamente organizzato. Chris, il pilota "Beaver", è pronto a far volare gli ospiti dell'elicottero con il suo aereo da slittamento verso le montagne, dove atterrerà su un lago ghiacciato per ridurre i lunghi tempi di trasferimento verso la stazione sciistica. Molti dei clienti abituali ora tornano quando sentono che l'Heliski è di nuovo possibile ad Atlin. "Abbiamo avuto - come un tempo Steiner - subito di nuovo i Signori Inglesi con le loro Signore ospiti. E anche i banchieri privati zurighesi in gita per ragazzi si sentono davvero a casa qui".

Naturalmente, questo è anche perché André può offrire loro un entusiasmante programma downday. Dai precedenti viaggi in Canada sa: "Non c'è niente di più noioso di questi giorni senza fine in cui non c'è altro da fare che sedersi in una vasca idromassaggio fino a quando la pelle è bagnata e bere una birra dopo l'altra per frustrazione". Voleva risparmiare ai suoi ospiti che.

Ora non c'è che l'imbarazzo della scelta: rendere insicure le foreste intorno ad Atlin con la motoslitta e grigliare salsicce e marshmallows al fuoco di campo. Oppure porta fuori il cane a fare un giro in slitta. Andare a pescare sul ghiaccio sul lago. Conquistare le montagne circostanti con gli sci da alpinismo senza assistenza alla salita. Per saperne di più sui tempi d'oro di Atlin, visita il museo del villaggio. O semplicemente salire sul gas e spazzare il ghiaccio del lago con una macchina sportiva a spillo su un circuito.

Naturalmente, questo è sempre solo un'aggiunta alla gamma Powder. Ma è un'offerta interessante se il tempo non va bene. E non costa un centesimo in più: "I "Downdays are Fundays with us", ride André. E poiché l'"oro bianco" non è caduto dal cielo così abbondantemente nella prima stagione, è stato felice di far felici i suoi ospiti in questo modo.

L'uomo svizzero ha dichiarato la sua pretesa in modo inequivocabile. Ora tutto quello che deve fare è "raccogliere" le pepite. Josi vom Arlberg lo aiuterà sicuramente. Perché il tirolese nel frattempo ha messo radici ad Atlin. Dopo aver detto di sì alla sua Tara di Whitehorse, c'è stata una grande festa - naturalmente sul M.V. Tarahne, con vista sul lago. E l'oro bianco nelle montagne dietro di esso. ®

_____________________________________

Informazioni pratiche.

// Informazioni generali

Consigli di viaggio: www.BritishColumbia.travel, Telefono: Turismo BC Numero verde: +1-800-Hello BC (435-5622)

// Arrivo

Con Air Canada (www.aircanada.com) la mattina presto a Vancouver e la sera presto a Whitehorse. Tempo di trasferimento ad Atlin: da due a tre ore, a seconda delle condizioni della strada

// Organizzatore

Atlin Heli Sports, www.atlinhelisports.com, contatto telefonico in Svizzera: +41-79-6677660, prezzi a partire da 13.750 CAN$ a settimana, dettagli sui programmi sul sito web.

// Suggerimento

Una settimana di heliski può essere idealmente combinata con una visita di Vancouver. Chi ha qualche giorno prima del viaggio di ritorno dovrebbe sicuramente visitare la metropoli dell'Oceano Pacifico. Gli eli-sciatori soggiorneranno presso l'Hotel Shangri-La nel centro di Vancouver: www.shangri-la.com/vancouver/shangrila. Per le gambe stanche dopo lo sci, consigliamo un massaggio al "CHI", la pluripremiata spa dell'hotel. Info turistiche Vancouver:

www.tourismvancouver.com, T: +1 604 604 682 2222

_____________________________________

Autore: Dr. Günter Kast

Pin It

Indirizzo di pubblicazione

Private Wealth GmbH & Co. KG
Südliche Auffahrtsallee 29
80639 München

I social media

  • Tel.:
    +49 (0) 89 2554 3917
  • Fax:
    +49 (0) 89 2554 2971
  • Email:
    iQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Soziale Medien

         

   email