Se non ora, quando?

Print Friendly, PDF & Email

046 048 Wasserglas pw Schwellenland 11 2018 final

Le azioni dei mercati emergenti sono ora molto attraenti dopo il calo dei prezzi, a volte brusco, dice Michael Keppler di Keppler Asset Management Inc. New York. Ora è un buon momento per investire.

Ci sono miti sui mercati dei capitali che si raccontano più e più volte. Uno è che un dollaro USA forte e/o tassi d'interesse in aumento sono fondamentalmente negativi per le azioni dei mercati emergenti, perché le aziende di quel paese geme sotto il loro debito in dollari e gli investitori internazionali tendono a ritirare il loro capitale verso gli Stati Uniti.

Sembra logico, ma non lo è. In primo luogo, la maggior parte dei mercati emergenti non sono più fortemente indebitati in dollari come lo erano in passato. In secondo luogo, tutti gli esportatori di prodotti di base - un esempio è la Russia - ne beneficeranno anche se il "biglietto verde" diventa più forte. Perché poi guadagnano di più in im Export.

Né il flusso di capitali deve necessariamente cambiare. Dopo tutto, per gli investitori internazionali c'è un aspetto che conta di più: quanto sono attraenti i diversi investimenti rispetto agli altri. Sto facendo la stessa cosa.Acquisto dove devo pagare di meno per la mia quota degli utili futuri di un'azienda.

Questo confronto attualmente è chiaramente a favore delle azioni dei mercati emergenti. Analizziamo regolarmente i rapporti di valutazione dei mercati emergenti MSCI e del mondo MSCI. Il rapporto prezzo/valore contabile (PBC) dell'indice dei mercati emergenti è attualmente di 1,5, inferiore alla media a lungo termine. Beim MSCI World, questa cifra è di 2,3 - superiore alla media a lungo termine del passato.

Il rapporto tra il prezzo delle azioni e il flusso di cassa è simile. In questo caso, i mercati emergenti MSCI hanno un valore inferiore alla media storica di 7,9. Le azioni dei paesi industrializzati portano questa cifra a 11,3. Il confronto dei rapporti prezzo-utile (rapporti P/E) è corrispondente. Con un P/E ratio di 12,3, i mercati emergenti hanno attualmente un notevole sconto di 17,9 sul MSCI World. Infine, anche i mercati emergenti sono molto più attraenti dei mercati azionari delle economie sviluppate in termini di rendimenti dei dividendi. Se prendo tutto insieme, attualmente calcolo un vantaggio di valutazione di oltre il 25% per i mercati emergenti rispetto alle borse dei paesi industrializzati. È così che il divario è durato a metà dell'ultimo decennio, poco prima che i mercati emergenti iniziassero a recuperare il ritardo.

È inoltre interessante notare che negli ultimi anni la redditività delle imprese dei mercati emergenti è notevolmente migliorata. Oggi, sia il flusso di cassa che il rendimento del capitale proprio sono in media quasi allo stesso livello delle imprese dei paesi industrializzati. Per questo motivo, uno sconto di valutazione sulla classe di attività non è necessariamente giustificato.

Diventa ancora più interessante se - come il Global Advantage Emerging Markets High Value Fund gestito da Keppler - investite nei mercati più economici Brasile,  Cina,  Cile, Colombia, Corea, Malesia, Polonia, Russia, Taiwan, Repubblica Ceca e Turchia.

Nel loro insieme, questi mercati hanno attualmente una PER di 1,1. Per contro, il rapporto P/E per i titoli azionari in crescita dei mercati emergenti è di 2,7, più di 2,5 volte più alto. E il rapporto P/E è due volte più alto che sui mercati dei valori. Un altro mito è che questo premio è giustificato perché le scorte in crescita mostrano un aumento molto più forte dei profitti. Infatti, le azioni a valore hanno registrato una crescita dell'utile del 14,8%, solo marginalmente inferiore alla crescita del 16,5% dei loro omologhi in crescita. Le azioni a valore consentono quindi una crescita degli utili simile a quella delle azioni in crescita, ma a metà prezzo.

Se gli investitori sono più orientati ai fatti concreti e meno ai miti, i flussi finanziari si muoveranno anche in direzione dei mercati emergenti. Naturalmente, le azioni possono anche diventare ancora più economiche. A mio avviso, tuttavia, il rischio che gli investitori perdano un punto di ingresso molto favorevole è maggiore. Quindi, iniziate a investire subito. ®

Pin It

Indirizzo di pubblicazione

Private Wealth GmbH & Co. KG
Südliche Auffahrtsallee 29
80639 München

I social media

  • Tel.:
    +49 (0) 89 2554 3917
  • Fax:
    +49 (0) 89 2554 2971
  • Email:
    iQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Soziale Medien

         

   email