Nuovo inizio in Brasile.

Print Friendly, PDF & Email

042 LIDE 1 103744142Rete. "La speranza di un rinnovamento neoliberale dell'economia brasiliana è legata al nuovo presidente Jair Bolsonaro", dice Christian Hirmer, presidente di LIDE Germania: "Le sfide sono grandi e l'attuazione delle riforme necessarie sarà determinante per il futuro del Paese. La grande domanda ora è: "Kann Bolsonaro fornisce anche lui?".

La vittoria elettorale dell'ex paracadutista 63enne Jair Bolsonaro è il risultato della rabbia, della stanchezza e di un profondo desiderio di cambiamento. Rabbia per il fatto che circa il 40 per cento di tutti i politici del Congresso e del Senato della capitale Brasília sono stati e sono accusati di corruzione. Stanco di alti tassi di criminalità - nel 2017, 63 880 persone sono morte in Brasile. Un uomo forte ai vertici dovrebbe consentire la normale vita pubblica e la prosperità economica in futuro.

Jair Bolsonaro, rappresentante del Partito Liberale Sociale Liberale (PSL), è la speranza che i problemi del paese vengano affrontati. E sebbene il nuovo presidente abbia diviso il paese a causa della sua vicinanza ai militari, del suo atteggiamento nazionalista e degli slogan populisti di destra im Wahlkampf, il voto dei mercati dei capitali è stato inequivocabile. Dalla fine di settembre era chiaro che Bolsonaro avrebbe probabilmente vinto le elezioni (patrimonio privato riportato nella sezione online), i prezzi sono aumentati. L'indice del mercato azionario Bovespa ha raggiunto un nuovo massimo per l'anno, il Währung Real si è apprezzato di oltre il dieci per cento rispetto al dollaro e i tassi di interesse delle obbligazioni sono scesi di 2,5 punti percentuali. A seconda della scadenza dei titoli, ciò significava anche elevati guadagni a due cifre.

"Si tratta di un grande successo, che tra l'altro ha a che fare meno con la persona di Bolsonaro che con la competenza del suo consulente aziendale Paulo Guedes", afferma Fabiana Oscari-Bergs, brasiliana e amministratore delegato di LIDE Germania.

Paulo Guedes ha conseguito un dottorato di ricerca presso l'Università neoliberale di Chicago ed è un esperto molto stimato nel settore bancario e dei mercati azionari. E 'quello di agire come una sorta di "super ministro" nella nuova pianificazione Super Ministero economico e garantire una forte economia in Brasile. Per dotarlo di tutti i poteri necessari, il ministero dell'Industria è stato integrato nel ministero delle Finanze.

"La priorità numero uno è la riforma del sistema pensionistico", ha detto Guedes prima delle elezioni, "la seconda è la riduzione del debito pubblico. Porteremo avanti la privatizzazione e ridurremo i nostri pagamenti di interessi". Il programma prevede inoltre misure per ridurre la spesa pubblica e tagli fiscali. "Tutto questo è, naturalmente, musica per le orecchie degli investitori e degli imprenditori", riflette Christian Hirmer, Presidente di von LIDE Germania, "al Brasile viene data l'opportunità, per la prima volta nella sua storia, di testare una forma radicale di economia di libero mercato. Sara' eccitante".

042 LIDE 2 107399676

"La riforma pensionistica in particolare è in ritardo", aggiunge Oscari-Bergs. Attualmente circa il 60 per cento del bilancio federale viene utilizzato per il pagamento delle pensioni. A causa del numero crescente di pensionati, in futuro i costi aumenteranno drasticamente. "Se non si fa nulla, la spesa pensionistica dovrebbe raggiungere un buon 70% del bilancio federale entro il 2030.Das sarebbe economicamente inaccettabile".

Ma al presidente della rete commerciale tedesco-brasiliana piacciono anche altri progetti. "Il piano per l'indipendenza della banca centrale rafforzerà la fiducia in una politica monetaria orientata alla stabilità".

Hirmer vede anche l'imminente nomina di Sergio Moro a Ministro della Giustizia come uno sviluppo positivo. E' stato il giudice istruttore nell'indagine sul caso "Lava Jato", il più grande scandalo di corruzione in America Latina. E l'anno scorso ha condannato l'ex presidente Luis Inácio Lula da Silva alla reclusione in primo grado per corruzione. "Per la società e gli investitori è molto importante rafforzare la fiducia nell'indipendenza del potere giudiziario e nell'integrità dei politici", spiega Fabiana Oscari-Bergs e conclude: "Se tutte queste riforme fossero attuate rapidamente, in futuro il Brasile diventerebbe ancora più attraente per gli investitori tedeschi.

Der Konjunktiv "would" è impostato a questo punto con cautela. Perché per realizzare l'agenda del suo Ministro Supremo, Bolsonaro deve stringere alleanze, conquistare forti gruppi di interesse e privare di potere gli altri che attualmente beneficiano di sovvenzioni e di un'economia protetta.

"Non sara' facile", sospetta Oscari-Bergs. Infine, il potere legislativo della Confederazione è il cosiddetto Congresso nazionale, che è molto frammentato con 28 partiti. Si compone della Camera dei deputati e del Senato. I 513 deputati sono eletti per quattro anni, gli 81 senatori per otto anni.

Tradizionalmente, i presidenti del Brasile hanno un rapporto conflittuale con il Congresso. "Potrebbe essere particolarmente difficile per Bolsonaro perché il suo partito detiene solo il dieci per cento dei posti al Congresso", informa Fabiana Oscari-Bergs. La formazione di alleanze e coalizioni sarà probabilmente resa più difficile dal fatto che Bolsonaro ha fortemente criticato il sistema politico in Wahlkampf. In passato, un modo per ottenere l'approvazione era quello di assegnare incarichi ministeriali ad altri partiti. Tuttavia, Bolsonaro ha promesso di dimezzare il numero dei ministeri a 15. Anche la prevista inclusione di cinque generali dell'esercito nel suo gabinetto non dovrebbe facilitare il processo.

Ora il tempo scorre. "L'esperienza dimostra che il nuovo presidente ha le migliori possibilità di raggiungere un accordo con i deputati nei primi 100 giorni del suo mandato. In questa fase, le parti sono ancora disposte a scendere a compromessi per rendere possibile un lavoro comune. Si tratta quindi di avviare rapidamente i progetti importanti. Bolsonaro lo sa", dice Oscari-Bergs.

I preparativi per la consegna sono in corso. Il futuro deve dimostrare se Jair Bolsonaro è in grado di soddisfare le grandi aspettative.

"Come rete imprenditoriale, sosterremo certamente gli sforzi di riforma", spiega Christian Hirmer, il quale suggerisce che potrebbe anche aspettarsi un po' di più da un'altra elezione in Brasile. "Parallelamente al presidente, sono stati eletti anche i governatori dei 26 stati. João Doria - fondatore della nostra rete di imprenditori LIDE (a sinistra) - ha vinto la gara a San Paolo, lo stato più popoloso ed economicamente più importante del mondo. Questo approccio ci aiuterà a rappresentare meglio gli interessi degli imprenditori tedeschi nei loro impegni in Brasile in futuro". ®

___________________________________

"Siamo la lobby degli imprenditori."

João Agripino da Costa Doria Júnior diventa il 37° Governatore dello Stato di San Paolo. Il 1° gennaio 2019, il 61enne politico e fondatore della rete LIDE assumerà il suo nuovo incarico. Da gennaio 2017 ad aprile 2018, era già sindaco della più grande città brasiliana con oltre undici milioni di abitanti. Politicamente, l'imprenditore è vicino al nuovo presidente Jair Bolsonaro. Come lui, João Doria sostiene un'azione decisiva contro i criminali e sostiene il progetto di Bolsonaro per prevenire la corruzione nel paese e promuovere la privatizzazione.

João Doria è membro del Partito Socialdemocratico PSDB in Brasile. Proveniente da una famiglia imprenditoriale espropriata dai militari nel 1964, ha studiato psicologia a Parigi e nel Sussex e ha avuto successo come giornalista e imprenditore fin da piccolo. Nel 1992 ha fondato il Grupo Doria, composto da sei società. Si occupa principalmente di comunicazione, TV, eventi e marketing. Doria pubblica anche 16 pubblicazioni, tra cui riviste di lifestyle. I più grandi eventi aziendali in Brasile sono organizzati dalle aziende del Grupo Doria.

Quasi 15 anni fa, João Doria ha creato la rete globale di imprenditori LIDE al più alto livello manageriale. Il giornalista di formazione ha lavorato come presentatore in varie trasmissioni televisive in giovane età e ha conosciuto molti politici e personalità imprenditoriali in questo ruolo. Per metterli in rete, ha invitato i suoi ex interlocutori a cena a casa sua nel 2003. Da qualche anno ha fondato a Monaco di Baviera, insieme a Christian Hirmer, la prima filiale tedesca di LIDE.

L'obiettivo della rete è quello di riunire le imprese tedesche e latinoamericane, in particolare quelle brasiliane. La rete stabilisce contatti altamente qualificati e specifici del settore, che servono allo scambio di informazioni e aprono porte che altrimenti rimarrebbero chiuse anche con il massimo sforzo diplomatico. I 2000 membri possono fare rete in tutto il mondo e utilizzare i circa 200 eventi LIDE di alta qualità. È così che essi, la loro azienda e le loro preoccupazioni vengono conosciuti in luoghi rilevanti. LIDE non si considera solo come una rete di interessi finanziari, ma, attraverso il suo impegno in ambito economico, ecologico, educativo e sociale, comunica come una coesistenza responsabile e sostenibile delle culture possa funzionare.

Siete alla ricerca di un ingresso nel mercato efficiente, veloce e di successo o dei partner giusti per nuove idee e progetti commerciali in America Latina? Allora LIDE è il contatto giusto per voi.

___________________________________

Pubblicazione speciale:

LIDE Germany GmbH

Cardinale Paulhaber Str. 10/04 OG

80333 Monaco, Germania

Telefono: +49 (0) 89 2420402-90

www.lidedeutschland.com

Pin It

Indirizzo di pubblicazione

Private Wealth GmbH & Co. KG
Südliche Auffahrtsallee 29
80639 München

I social media

  • Tel.:
    +49 (0) 89 2554 3917
  • Fax:
    +49 (0) 89 2554 2971
  • Email:
    iQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Soziale Medien

         

   email