• Klaus Meitinger

Il vero D.J. Trump.

Cosa cambierà veramente nel Concerto Mondiale sotto la guida del Presidente degli Stati Uniti Donald J. Trump?Seit of the election, innumerevoli scienziati, economisti, economisti, analisti e scienziati politici hanno commentato - la ricchezza privata riassume le loro opinioni.

Nel mondo anglosassone c'è una hübschen Spruch se una persona deve concretizzare la sua posizione o rivelare il suo vero carattere: "Il vero Donald Trump si alzi in piedi".

Prima delle elezioni negli Stati Uniti, i commentatori si sono battuti a vicenda con previsioni negative nel caso in cui Trump abbia vinto. Dopo le elezioni - anche sotto l'impressione dell'aumento dei corsi azionari - tutto non sembra più così male. Questo è naturalmente associato all'aspettativa che il vero Donald Trump differisca significativamente dal Wahlkämpfer Trump. O almeno essere rallentato dai suoi amici del partito repubblicano al Congresso. "Questa, tuttavia, è pura speranza", miint Markus Kaim, Stiftung Wissenschaft und Politik: "In considerazione delle maggioranze del Congresso, Trump sarà in grado di governare nei prossimi due anni. Che possa essere trattenuto nel processo è reine skypekulation".

Donald Trump ha formulato un obiettivo chiaro e cristallino:  "America first", America first, America first. L'economia interna deve essere rafforzata e la concorrenza estera indebolita.

Politica economica: Al centro del piano per rendere nuovamente grande l'America c'è un massiccio programma di politica fiscale. Sono all'ordine del giorno investimenti infrastrutturali per 550 milioni di dollari e una maggiore spesa per la difesa - 40 miliardi all'anno - sono all'ordine del giorno. La riduzione dell'aliquota massima d'imposta dal 39,6 al 33 per cento è destinata ad aumentare i consumi. La riduzione dell'imposta sulle società dal 35 al 15 per cento ha lo scopo di stimolare gli investimenti e di incentivare le multinazionali statunitensi a riportare i loro capitali negli Stati Uniti dall'estero.Zusätzliche Lo smantellamento della regolamentazione dovrebbe dare impulso. Gli economisti stimano l'effetto di crescita tra 0,5 e 1 punto percentuale nei prossimi due anni.

Suona bene, ma ha diversi ganci. Se i piani fiscali saranno attuati, il gettito fiscale in relazione alla produzione economica scenderà al livello più basso dalla seconda guerra mondiale. Un aumento simultaneo della spesa pubblica può avere una sola conseguenza: Il debito pubblico, già elevato, continuerà ad aumentare. Puoi farlo?

E' inoltre fondamentale che la politica fiscale si stia intensificando in un momento in cui l'economia statunitense sta comunque riprendendo a crescere. Il tasso di disoccupazione è basso al 4,9 per cento, i salari orari stanno già aumentando ad un tasso annuo del 2,8 per cento. Ciò aumenta la probabilità di un aumento dei tassi di inflazione. Gli investitori hanno reagito di conseguenza sui mercati dei capitali.I prezzi delle obbligazioni USA sono diminuiti, i tassi di interesse sono aumentati.

Secondo gli auguri, la reazione della Federal Reserve statunitense sarà ora interessante. Una maggiore crescita e un'inflazione più elevata richiedono inoltre tassi d'interesse di riferimento più elevati a im Verlauf nel 2017. Secondo i commentatori, potrebbero raggiungere un livello compreso tra l'1,5 e il 2,25% entro la fine del 2018.

Questa combinazione di una politica fiscale flessibile e una politica monetaria più rigorosa ha sempre portato ad una valuta più forte - un vantaggio per il dollaro.

Si può quindi prevedere un tiro alla fune tra l'effetto negativo dell'aumento dei tassi di interesse e l'effetto positivo dell'aumento degli utili sul mercato azionario statunitense.I preferiti sono gli stock finanziari, le società industriali cicliche, i settori sensibili alle materie prime e l'edilizia. I perdenti sarebbero i settori difensivi, che negli ultimi anni hanno subito un massiccio premio di valutazione grazie ai loro dividendi in costante aumento - tempi difficili per Nestlés e Co. Una situazione particolare si presenta a im Gesundheitssektor.La riforma sanitaria Obamas torna indietro, tanto più difficile diventa per le azioni di Gesundheitsdienstleistern, i produttori di apparecchiature mediche e gli ospedali.

Politica commerciale: Im Wahlkampf Donald Trump si è chiaramente posizionato contro il libero scambio. Ha promesso di rinegoziare l'accordo nordamericano di libero scambio NAFTA della partnership transpacifica TPP zurückzuziehen e di marchiare la Cina come "manipolatore di valuta". Se la Cina non interrompe le sue attività illegali, vuole introdurre dazi all'importazione. TTIP non esisterà nemmeno nella sua forma attuale. Così, concludono i commentatori, l'intero successo della politica di libero scambio degli ultimi 25 anni verrebbe distrutto. Gli effetti sulla crescita sarebbero chiaramente negativi. L'entità dipende dal fatto che i paesi interessati - in particolare la Cina - adottino o meno misure di ritorsione commerciale.

L'implementazione di questo programma sembra quindi all'inizio assurdo. Dal punto di vista dell'America First , tuttavia, non è del tutto assurdo.Denn The USA genera solo il 13% del suo prodotto nazionale dalle esportazioni. È interessante notare che il tasso d'inflazione statunitense continuerà ad aumentare con l'aumento dei prezzi all'importazione. Sui mercati dei capitali emergerebbe il timore della stagflazione - stagnazione e inflazione. I prezzi di Aktien e delle obbligazioni sarebbero scesi, la FED avrebbe inizialmente aumentato il tasso di interesse di riferimento in modo più forte. I maggiori perdenti sarebbero i mercati emergenti orientati all'esportazione, in particolare Messico, Taiwan e Corea.

Conclusione: tutti gli esperti concordano su un punto. L'incertezza rimarrà alta nei prossimi mesi. Nel complesso, tuttavia, la maggioranza spera in una sorta di "luce vincente": un presidente che, pur avendo il coraggio di rilanciare l'economia, agisce con prudenza e cautela nella politica commerciale.

Il fatto che il nuovo presidente degli Stati Uniti si sia sempre presentato come un duro esecutore parla contro questo. In un primo momento, nessuno si aspettava che Donald Trump diventasse un candidato a diventare un candidato per l'elezione di Donald Trump. Allora nessuno credeva di poter vincere le elezioni.E ora nessuno si aspetta che attui i suoi piani. Ma il vero Donald Trump è probabilmente Donald Trump.

Autore: Klaus Meitinger

Indirizzo editoriale

  • Private Wealth GmbH & Co. KG
    Montenstrasse 9 - 80639 München
  • +49 (0) 89 2554 3917
  • +49 (0) 89 2554 2971
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lingue

Social media