• Klaus Meitinger

L'economista con una missione.

012 Hans Werner Sinn foto ifo hw sinn 22 d 10552995 en

Apprezzamento. Il mandato di Hans-Werner Sinn come presidente dell'Istituto Ifo e professore presso la LMU di Monaco di Baviera terminerà il 31 marzo.Una delle voci più influenti della scienza nel dibattito di politica economica sta uscendo dal grande palcoscenico.

"Voglio portare la razionalità nel dibattito pubblico", così Hans-Werner Sinn descrive la sua motivazione. Le sue argomentazioni sono come geni del discorso pubblico, che si diffondono inesorabilmente una volta presentate.

Quando il Sinn ha assunto la presidenza dell'Istituto Ifo, il 1° febbraio 1999, si trovava in una grave crisi. C'è il rischio di perdita di sovvenzioni pubbliche. "Io e il mio collega, Meinhard Knoche, abbiamo dovuto elaborarlo parzialmente."

Anche se questa è una situazione difficile per il professore di economia, che ha fatto ricerche teoriche per 25 anni, è anche la possibilità di una vita. Per evitare il peggio, Knoche e Sinn sviluppano un nuovo concetto. Internazionalizzazione, collegamento in rete della ricerca, ma soprattutto un più forte orientamento politico - ifo sta per "informazione e ricerca". Hans Werner Sinn può, può, può, no, ora deve anche rendere l'opinione pubblica. Mentre la torre d'avorio della scienza è alla ricerca di verità valide senza tempo e senza spazio, assume i problemi attuali, li analizza con le leggi dell'economia e su questa base sviluppa proposte di soluzione.Ziel: avvicinare la realtà politica alla logica economica.

Di solito, la cooperazione tra politica ed economia funziona attraverso gli ordini dei ministeri. Spesso finiscono nel cassetto più basso - il Consiglio degli esperti economici può dirvi una o due cose a riguardo. Le decisioni politiche, meint Sinn, hanno generalmente seguito il senso spontaneo di giustizia della popolazione e ne hanno trascurato o soppresso le conseguenze economiche. Per gli economisti, invece, contano solo le leggi della logica economica. Se i contribuenti imparano presto che la politica li ignora e che questo sarà costoso per loro, a un certo punto faranno pressione su di loro - e i politici dovranno reagire.

Quindi Hans-Werner ha senso far sentire la logica economica. Scrive più di una dozzina di libri. Scrive brevi commenti su argomenti di attualità in 170 "ifo Standpunkte". Partecipa instancabilmente ai talk show. Concede innumerevoli interviste, scrive i contributi degli ospiti.

La perseveranza con cui Sinn rappresenta la sua opinione nel corso degli anni è di per sé ammirevole. Ancora più notevole è il modo in cui è in grado di descrivere interrelazioni complesse in un modo che può essere compreso da tutti. Il fatto che un libro sugli equilibri target - un argomento precedentemente noto solo a pochi accademici - sia incluso nella lista dei libri d'affari più venduti è un miracolo giornalistico;

Che cosa ha raggiunto Hans-Werner Sinn? Oggi l'Ifo è ancora una volta senza dubbio uno dei principali istituti di ricerca economica europea. La cooperazione con l'università su una piattaforma comune ha stimolato la ricerca. Ma il professore ha compiuto anche la sua missione politica?

Sinn ha sicuramente avuto un'influenza decisiva sul programma di riforma di Gerhard Schröder per il 2010, e Er avrebbe dovuto dire una volta che Hartz IV dovrebbe essere chiamato ifo IV. Il fatto che la Germania abbia recuperato la propria competitività è quindi in parte dovuto ai suoi sforzi. Per lui è ancora più doloroso il fatto che, a 63 anni, alcune parti della riforma sono state invertite attraverso il salario minimo legale e la pensione. "Le conseguenze negative dovranno essere affrontate dal prossimo governo."

Anche i pensieri dei peccati sul paradosso verde erano innovativi. L'annuncio di una limitazione dell'uso dei combustibili fossili non farebbe che accelerare ulteriormente il loro sfruttamento. Egli critica anche la politica energetica. Ciò che l'Europa risparmia sui combustibili fossili sarà consegnato altrove e bruciato. Solo un sistema globale di scambio di emissioni che limiti efficacemente il consumo globale aiuterebbe il clima. Otto anni dopo il Sinn, almeno qualcosa di simile è stato considerato al vertice di Parigi sul clima.

Ovviamente ci vuole molto tempo perché la logica economica si affermi. Per anni, Sinn zum Beispiel ha sostenuto il principio della patria nella questione dell'immigrazione. Ogni beneficiario dell'assistenza sociale di un paese dell'UE dovrebbe essere autorizzato a consumare la propria assistenza sociale nel paese dell'UE in cui vuole. Ma non dovrebbe essere il suo paese di residenza, ma il suo paese d'origine ad essere responsabile delle prestazioni sociali. Solo oggi - sotto la pressione di un possibile Brexit - c'è qualche movimento in questo campo.

Ancora più importanti sono stati i contributi del Sinn alla crisi dell'euro.Er ha scoperto la trappola del bersaglio. Riassume inesorabilmente i rischi di responsabilità civile per la Germania. Forderte eine eine Regolamentazione in materia di insolvenza per i paesi dell'euro.Plädierte early per un'unione monetaria che respira, in cui è possibile un ritiro temporaneo. E ha criticato instancabilmente le misure della Banca centrale europea - in particolare il suo programma di acquisto di titoli di Stato viola i trattati di Maastricht.

Quest'estate la Corte costituzionale federale concluderà i lavori sulla validità giuridica della politica della BCE. L'idea di un'unione monetaria che respirava è stata giocata dal governo federale come una specie di burlone nel poker di negoziazione con Atene. Ma al di là di questo, la logica economica del significato non è ancora molto cambiata nella politica della zona euro;

Anche per questo motivo il suo Zukunft derzeit sembra aperto come mai prima d'ora. Sinn stesso descrive tre scenari nella "Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung". In primo luogo, il percorso verso l'unione del debito: "Molto capitale viene distrutto, non abbiamo quasi nessuna crescita, ma molta disoccupazione. e la montagna di debiti sta crescendo".

Il secondo scenario si basa su riforme coraggiose. "Viene introdotto un ordine di fallimento per gli stati, l'euro diventa un'unione monetaria che permette ritiri temporanei e supera gradualmente la disoccupazione di massa nel Sud". Nel terzo scenario, prima Schengen e poi l'euro si disintegrano, perché le diverse opinioni sulla questione dei rifugiati dividono i popoli d'Europa.

Sinn crede che il primo scenario sia piu' probabile. Poi il terzo. E quello di mezzo arriva per ultimo, temo.

Il fatto di essere spesso definito un famigerato pessimista in vista di tali affermazioni non mette in discussione il controverso economista. Vede le sue analisi come "libri di medicina", in cui riguarda in modo uniforme le malattie e le possibilità di benessere.

Ora che Hans-Werner Sinn è stato liberato dai suoi doveri quotidiani, il mondo probabilmente avrà ancora più consigli medici. Per alcuni, soprattutto per i politici, questa può essere una sorta di minaccia. Ma una speranza per tutti gli altri. ®

Autore: Klaus Meitinger

Indirizzo editoriale

  • Private Wealth GmbH & Co. KG
    Montenstrasse 9 - 80639 München
  • +49 (0) 89 2554 3917
  • +49 (0) 89 2554 2971
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lingue

Social media