• Prof. Jochem Marotzke

"Possiamo ancora gestire due gradi".

Opinionleader 2 Grad

Quali sono i fatti scientifici sul cambiamento climatico? Il Lerbach Round chiede, il professor Jochem Marotzke, autore principale coordinatore del capitolo "Future World Climate" nell'attuale rapporto IPPC, risponde.

Lerbacher Runde (LR) COP26 si chiamava Last Chance Saloon.Il mondo ha approfittato dell'ultima possibilità?

Jochem Marotzke (JM) Per me, il risultato del vertice sul clima mi ha lasciato sentimenti contrastanti. Glasgow non ci ha riportato affatto all'obiettivo di 1,5 gradi ed è stato quindi deludente per molti. D'altra parte, la conferenza ha anche portato molti progressi importanti. Nonostante tutti i rallentamenti: Si annunciava la fine del carbone. Questo è un faro.

LR L'obiettivo di 1,5 gradi è ancora realisticamente raggiungibile?

JM Non credo. Negli scenari che sono coerenti con un riscaldamento di 1,5 gradi, gigantesche quantità di CO2 dovrebbero essere tolte dall'atmosfera. Abbiamo analisi scientifiche abbastanza robuste che mostrano che questa combinazione di riduzione delle emissioni e stoccaggio di CO2 non è plausibile.

LR Cos'altro è possibile?

JM Abbiamo una discreta possibilità di raggiungere l'obiettivo dei due gradi. Tuttavia, questo richiederà un reindirizzamento molto rapido. Anche questo sarà enormemente difficile.

LR Cosa significano due gradi di riscaldamento globale per tutti noi?

JM In generale, più cambiamento climatico significa anche più rischi. Aumenta semplicemente la probabilità di eventi distruttivi, il livello del mare si alza più velocemente. Ma non c'è un confine chiaro tra cambiamento climatico sicuro e pericoloso. Solo se il cambiamento climatico continua, perderemo irrimediabilmente alcune cose. I più minacciati sono i coralli.

LR Ci sono state molte discussioni in passato su punti di ribaltamento simili, come l'interruzione della circolazione oceanica, l'acidificazione degli oceani o lo scioglimento dei ghiacciai. Abbiamo già superato alcuni di questi?

JM No. Un punto di svolta finale, come molti immaginano, è anche piuttosto improbabile per molti aspetti. Il punto di svolta più critico per me è la calotta glaciale della Groenlandia. Ma anche questo non scomparirà in decenni.Anche se avviene rapidamente, ci vorranno alcune migliaia di anni. Ma poi non tornerà più. Questo è un vero ribaltamento.

LR Risultati singolari come le ondate di calore possono essere attribuiti già oggi al cambiamento climatico?

JM C'è uno studio sul caldo record nel Canada occidentale nel giugno 2021. La città di Lytton è bruciata dopo aver raggiunto quasi 50 gradi. Si è studiato se tale calore sarebbe accaduto senza il cambiamento climatico. La risposta è: è praticamente impossibile. Potrebbe essere successo solo a causa del cambiamento climatico.

LR Non tutti i paesi saranno ugualmente colpiti dal cambiamento climatico. Può descrivere le differenze?

JM La Germania si riscalderà 1,5 volte di più della media globale, l'Artico tre volte di più, l'Africa meridionale due volte di più. Quindi con un mondo più caldo di due gradi, l'Africa sarà più calda di quattro gradi. Le preoccupazioni per le drammatiche siccità in questa regione sono quindi assolutamente giustificate. Questo dimostra anche perché dobbiamo evitare a tutti i costi un riscaldamento globale di quattro gradi. Perché per l'Africa meridionale questo significherebbe sette o otto gradi. Allora gli umani non sarebbero più in grado di stare lì fuori.La resistenza fisiologica del corpo umano sarebbe superata perché la combinazione di calore e umidità non potrebbe più essere tamponata dal corpo. Sarebbe una catastrofe e provocherebbe una dislocazione politica globale.

LR La domanda ora è: cosa possiamo fare? E soprattutto, cosa possono fare i singoli paesi come la Germania?

JM Alla fine, il mondo non può evitare la necessità di uscire dall'economia dei combustibili fossili. Tutte le altre misure non saranno sufficienti se non possiamo fare questo. I combustibili fossili distruggono tutto ciò che potremmo raggiungere in termini di progresso. Da sola, ovviamente, la Germania non può fare nulla. Ma l'UE nel suo insieme, come terzo maggiore emettitore di CO2, ha un impatto. Naturalmente, quelli che fanno strada hanno sempre paura di togliere le castagne dal fuoco per gli altri, i free rider. Perché l'eliminazione graduale è, ovviamente, inizialmente associata a costi economici. Tuttavia, vorrei incoraggiarvi a farlo. Chi è il primo ad agire determina la direzione in cui andranno le tecnologie, i nuovi processi e i nuovi sistemi. E può quindi anche sfruttare meglio le notevoli opportunità che vi saranno associate.

LR Come interpreta il ruolo della Cina?

JM La Cina vuole essere neutrale per i gas a effetto serra entro il 2060. E vuole ridurre le sue emissioni a partire dal 2030. Tuttavia, sono scettico sul fatto che questo sarà realmente implementato. Penso che sia abbastanza certo che la politica di potere del governo cinese sarà più importante della protezione globale del clima. Questo rende molto difficili gli obiettivi climatici.

LR Qual è la sua posizione sull'uso dell'energia nucleare?

JM L'energia nucleare come futura misura di protezione del clima sarebbe troppo costosa, secondo tutte le analisi. Non mi affretterei a chiudere gli impianti esistenti, ma non costruirei nuovi impianti. Questo non ha senso dal punto di vista economico.

LR Le centrali elettriche di marea o il rimboschimento possono fare la differenza?

JM Ciò che è economicamente fattibile in termini di energia idroelettrica è già stato implementato in molti luoghi. Per i nuovi impianti di energia dalle maree è necessaria un'enorme gamma di maree. Non ci sono molti posti negli oceani del mondo dove questo può funzionare. E per la riforestazione, bisogna sapere:Solo la metà di quello che togliamo dall'aria attraverso il rimboschimento ha un effetto sul clima. Tutti i metodi basati sulla natura hanno i loro limiti. Tuttavia, hanno un senso. Ma non salveranno il clima se continuiamo a usare i combustibili fossili.

LR Molti vedono il prezzo del CO2 come uno strumento di guida per questo.Dove dovrebbe essere questo prezzo per raggiungere l'obiettivo dei due gradi?

JM Questa domanda è molto dibattuta tra gli economisti. Si parla di una cifra di 180 euro per tonnellata. Questo ha anche a che fare con il fatto che molte tecnologie che estraggono CO2 dall'aria, la catturano o la destinano ad altri usi diventerebbero utili. Ma questo è anche un problema complesso.Se il prezzo viene imposto, attraverso una tassa o dei limiti di quantità nello scambio di emissioni, ci possono essere degli sconvolgimenti sociali. Non tutti i paesi possono permettersi questi prezzi di CO2. E se poi diventano internamente instabili, non si guadagna nulla. Quindi, oltre al prezzo, sono necessari regolamenti coordinati a livello internazionale.

La tecnologia LR Fusion è stata a lungo una grande fonte di speranza. L'elettricità senza emissioni e quasi gratuita di questa tecnologia potrebbe salvare il mondo?

JM Come giovane interessato alla fisica, leggevo che la fusione sarebbe stata pronta per generare energia in 30 anni. Questa cifra vale ancora oggi. Vale senza dubbio la pena di continuare questo lavoro. Tuttavia, non credo che sarà possibile sostituire abbastanza rapidamente le energie fossili per la produzione di energia. Le sfide tecniche e scientifiche sono semplicemente troppo grandi.

LR La geoingegneria può funzionare?

JM Sembra che le particelle potrebbero essere rilasciate nella stratosfera, che poi rifletterebbero la luce del sole. Ma questo mi preoccupa più che darmi speranza. Supponiamo che un paese potente decida di fare questo. Se poi un altro paese da qualche parte nel mondo si mette nei guai perché le aree di precipitazione si spostano di conseguenza, si programmerebbero gravi conflitti internazionali.

LR I giovani in particolare hanno paure esistenziali in relazione al cambiamento climatico.È giustificato?

JM In realtà vorrei vedere meno poesia della crisi e più scienza nella discussione. Il fatto che molti giovani credano di non avere alcuna possibilità di sopravvivenza in Germania mi deprime. Naturalmente, i rischi di catastrofi naturali sono in aumento.Ma possiamo dire chiaramente: le vostre vite non sono direttamente minacciate. Ma questo non vale per tutti i luoghi della terra. Ecco perché dobbiamo agire con decisione adesso.

LR Cosa la rende fiducioso che questo accadrà, anche se Glasgow non è riuscito a fare un passo avanti quest'anno?

JM Il grande progresso dell'accordo sul clima di Parigi del 2015 non è stato tanto l'impegno per l'obiettivo di 1,5 gradi. A Parigi siamo riusciti a trasformare un problema globale, dove tutti pensano che gli altri lo stiano risolvendo per loro, in 195 problemi nazionali. Ora, naturalmente, ogni paese deve ancora raggiungere i suoi obiettivi climatici nazionali, il che è tutt'altro che facile.Ma almeno Parigi ha reso vincolante per il diritto internazionale che ogni paese ne è responsabile. E in questo senso, la politica continuerà ad andare avanti. Come ho detto, non sto ancora cancellando l'obiettivo dei due gradi.E il mondo potrebbe vivere con questo.

®

Indirizzo editoriale

  • Private Wealth GmbH & Co. KG
    Montenstrasse 9 - 80639 München
  • +49 (0) 89 2554 3917
  • +49 (0) 89 2554 2971
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lingue

Social media