• Sonderveröffentlichung: Merck Finck Privatbankiers

La fine della privacy.

MerckFinck 151615068

Tecnologia. I sistemi di videocamere e i motori di ricerca ci monitorano quasi completamente. Allo stesso tempo, gli helper digitali migliorano la nostra salute e semplificano la vita. La fine della privacy è un prezzo ragionevole o troppo alto da pagare per il progresso tecnico?

Sette decenni fa, lo scrittore britannico George Orwell pubblicò il suo romanzo "1984". A quel tempo, la visione di uno stato totalitario, in cui la polizia del pensiero osservava completamente ogni essere umano, lasciava i lettori sbalorditi. "Oggi il 1984 è superato dalla realtà", afferma chiaramente Robert Greil, capo stratega della Bankhaus Merck Finck Finck.

Centinaia di milioni di telecamere sono state installate in tutto il mondo, di cui oltre 170 milioni nella sola Cina. Secondo il governo, altri 400 milioni saranno stati costruiti entro il 2020. A livello nazionale, questo si tradurrà in una rete di videosorveglianza che, secondo Pechino, sarà "onnipresente, completamente collegata in rete, sempre in movimento e completamente controllabile".

Ma i dati vengono raccolti anche nel mondo occidentale. Noi "paragoniamo" ogni secondo post di Facebook con gioia, non prestiamo ulteriore attenzione agli annunci pubblicitari su Google che sono spaventosamente ben fatti su misura per noi, installiamo assistenti Amazon ad attivazione vocale nei nostri appartamenti, accettiamo innumerevoli cookie ogni giorno e non ci importa mai un accidenti delle piccole stampe.

Il cambiamento tecnologico sempre più veloce, la cosiddetta teccelerazione della nostra vita quotidiana, è appena iniziato. Nel 2025, secondo IDC, le persone interagiranno con i dispositivi di rete una volta ogni 18 secondi, 4800 volte al giorno. In questo modo non solo verranno prodotti molti più dati. Anche questi ultimi saranno valutati con maggior vigore. Secondo uno studio della casa d'investimento Merrill Lynch, oggi viene utilizzato solo lo 0,5-1 percento di tutti i dati. Entro il 2025, il volume dei dati analizzati dovrebbe salire al 37%. "La creazione e l'acquisizione dei dati esploderà", è sicuro Greil, "e l'imminente introduzione dello standard wireless 5G, che è da dieci a 20 volte più veloce dello standard attuale, lo accelererà".

Quindi dobbiamo avere paura? "Soprattutto, dobbiamo distinguere. Molte innovazioni miglioreranno significativamente la nostra vita. Ma le cose diventano sempre critiche quando Big Data incontra il Grande Fratello", analizza Greil.

Il 18 settembre dell'anno scorso è stato per lui un vero aprirsi gli occhi. "Quel giorno, Apple tenne la sua presentazione annuale. Ma il nuovo iPhone non era l'argomento principale. L'attenzione si è concentrata sull'Apple Watch con le sue nuove funzioni come le chiamate di emergenza o l'ECG in tempo reale. Mi chiedevo perché Apple dedichi così tanto spazio a questa area ancora minuscola in termini di vendite. Ma ho capito subito che i dispositivi portatili potevano diventare una vera e propria svolta per la medicina".

Merck1

Il CEO Tim Cook aveva annunciato che Apple Watch avrebbe aiutato milioni di persone in tutto il mondo ad essere più attivi e a vivere una vita più sana. E Ivor J. Benjamin, presidente dell'American Heart Association, descrive la capacità di accedere ai dati sanitari quando necessario come "rivoluzionaria". L'acquisizione in tempo reale dei dati sul cuore di una persona cambia l'intera pratica medica.

I guardiani portatili della salute stanno affrontando un problema che ci accompagna da molto tempo. L'obesità globale è triplicata dal 1975. Oggi, 650 milioni di adulti sono obesi e altri 1,8 miliardi sono in sovrappeso. Questi includono il 34 per cento degli adulti negli Stati Uniti. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha persino coniato il proprio termine per questa epidemia internazionale: Globesity.

Ma nel frattempo il vento è cambiato. Essere snello è molto popolare oggi. E questa è la base di un'industria mondiale della salute e del benessere che ha ormai raggiunto un volume di vendite di oltre quattro trilioni di dollari. Il nuovo e bellissimo mondo della coscienza sanitaria ad alta tecnologia è alimentato principalmente dalla domanda dei millenni. Il gruppo di età 18-34 anni è disposto a spendere molti soldi per uno stile di vita più sano.

Oltre ad Apple Watch e ai suoi concorrenti, da FitBit a Garmin, ci sono molti altri prodotti portatili di nicchia per la salute. La iSono Health negli Stati Uniti ha persino lanciato un "reggiseno intelligente" in grado di rilevare i primi segni di cancro al seno e di trasmettere questi dati al medico. Dexcom fornisce ai pazienti diabetici dispositivi per monitorare i livelli di glucosio in tempo reale. Il passo successivo - la somministrazione automatica di insulina - è stato preparato da un'azienda chiamata Tandem Diabetis.

Secondo la HIS Global, il rapido standard 5G potrebbe aprire la strada a servizi del valore di un trilione di dollari nel settore sanitario. Diventerà la base per lo sviluppo di reti continuamente disponibili e per sensori basati sull'acquisizione di dati sulla salute e sul benessere. Merrill Lynch stima che il solo segmento della sanità personale potrebbe raggiungere un volume fino a dieci trilioni di dollari in tutto il mondo.

Robert Greil è convinto che "La salute digitale rivoluzionerà il nostro sistema sanitario".

Ne beneficeranno anche altri settori. La chiave per una guida autonoma risiede anche nella raccolta e nella gestione dei dati. Questa tecnologia del futuro sarà possibile solo con una complessa rete di sensori e telecamere che mappano il mondo esterno per il computer. Le informazioni sulla destinazione sono integrate da dati provenienti dalla registrazione ambientale - distanza da oggetti, cordoli, pedoni, pedoni, Straßenmarkierungen e segnali semaforici.Das Auto sa quando accelerare, frenare o girare.

Questo rende concepibili sistemi di mobilità più efficienti ed ecologici, soprattutto nelle grandi città. "E anche l'aspetto della sicurezza non deve essere sottovalutato", überlegt Greil. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 1,25 milioni di persone muoiono ogni anno nel traffico stradale in tutto il mondo. In circa il 90 per cento dei casi, la causa dell'incidente è il conducente. "Le persone commettono errori", dice Greil. La fine della privacy non è un prezzo giusto da pagare per tutti questi miglioramenti nella nostra vita?

"Guardiamo alla Cina, il paese che è all'avanguardia in queste tendenze", suggerisce Greil. In Cina, le videocamere sono supportate ad ogni angolo da un moderno software di riconoscimento facciale. A Pechino e Shanghai, le persone possono ora essere riconosciute solo dall'andatura o dalla forma del loro corpo. Wartix, l'azienda che ha sviluppato questo sistema, sostiene di essere in grado di identificare le persone fino a 50 metri di distanza - da dietro o con il viso coperto.

I cinesi sono leader anche nel campo del riconoscimento vocale. iFlyTek, una società di intelligenza artificiale, sostiene di essere in grado di riconoscere la voce di una persona bersaglio in una stanza piena di persone e di registrare le loro dichiarazioni.

"La Cina è davanti a tutti gli altri attori perché le leggi sulla protezione dei dati sono molto meno severe", spiega Greil. "Le aziende hanno accesso a grandi quantità di informazioni personali. E poiché l'intelligenza artificiale impara più velocemente con il maggior numero di dati che le vengono forniti, è probabile che l'intero campo in Cina si sviluppi meglio che altrove". Gli stretti legami tra il settore privato e il governo sono utili anche per quanto riguarda il finanziamento. Grazie agli aiuti di Stato per la ricerca, lo sviluppo e la raccolta di capitali, la Cina ha oggi più "Unicorns" - aziende private con un valore di oltre un miliardo di dollari USA - degli Stati Uniti.

Merck2

"C'e' un modo", dice Greil. Entro il 2030, la Cina vuole creare un'industria nazionale del valore di 150 miliardi di dollari nel campo dell'IA. In seguito, le cartelle cliniche, le cartelle cliniche, gli acquisti online o gli articoli sui social media devono essere collegati ai documenti d'identità e al volto dell'individuo.

Tutto questo fa parte di un sistema globale di punteggio sociale da introdurre nel 2020, in cui ogni persona viene valutata con un "rating sociale", erklärt Greil. Sanzioni per irregolarità che i giudici statali possono includere l'esclusione da viaggi all'estero, da scuole private, da alberghi nazionali o da determinate opportunità di lavoro. Inoltre, i trasgressori sono probabilmente nominati per nome ed esposti in una lista nera pubblica.

"A noi occidentali, questo può sembrare incredibilmente "Orwelliano". Ma il nostro mondo è così diverso?" chiede Greil. Le disposizioni di legge che segnano le tendenze, come il regolamento europeo di base sulla protezione dei dati, in vigore dal maggio 2018, disciplinano le modalità di conservazione e utilizzo dei dati personali da parte delle imprese. Ma il controllo dello Stato è escluso. E anche le leggi più sensate difficilmente riusciranno a tenere il passo con il ritmo del progresso tecnologico.

Un esempio è Facebook. Nel 2006, l'azienda ha incontrato per la prima volta il grande disappunto dei consumatori quando ha introdotto il suo "News feed". In seguito, questo servizio è diventato un importante fattore di successo per l'azienda. Tuttavia, questo è stato solo il primo di una serie di schermaglie con utenti e regolatori. Tra queste questioni, come la vendita di dati privati a terzi, il furto massiccio e non dichiarato di dati, l'interferenza elettorale in altri stati e persino esperimenti per manipolare gli umori delle persone. Tuttavia iniziative come "#DeleteFacebook" sembrano non avere quasi nessuna popolarità.

La pesca dei dati di Facebook svanisce ancora rispetto a Google, che memorizza la cronologia delle ricerche di tutti i dispositivi e crea profili individuali - venduti agli inserzionisti - in base alla posizione, al sesso, alle preferenze politiche, agli hobby, alla carriera, agli interessi, allo stato delle relazioni e al reddito degli utenti. "L'ascesa di motori di ricerca di nicchia come DuckDuckGo, che non raccolgono informazioni personali e bloccano i web tracker nascosti, è molto interessante in questo contesto", dice Greil.

Dalla sua introduzione un decennio fa, questa alternativa di Google attenta alla privacy è stata inizialmente utilizzata molto poco. Entro il 2015, DuckDuckGo aveva meno di cinque milioni di ricerche al giorno. Nel 2016 la cifra era salita a dieci milioni. Oggi sono oltre 30 milioni. "Rispetto a Google, con i suoi 3,5 miliardi di ricerche al giorno, questo è ancora piccolo, ma la forte crescita di DuckDuckGo potrebbe indicare che la lotta per la privacy e la protezione dei dati sta per iniziare.

Non è ancora così lontano. Nelle nostre case e nei luoghi di lavoro, nelle nostre auto e per le strade, i dati che ci riguardano vengono costantemente raccolti e analizzati. Siamo seguiti, osservati e identificati 24 ore su 24 in un modo che anche George Orwell avrebbe considerato inimmaginabile. "E in molti casi, vorremmo anche vedere i relativi progressi in materia di sicurezza, salute o shopping online", spiega Robert Greil e conclude: "Se questa è una maledizione o una benedizione sarà deciso dalle generazioni future. ®

_____________________

Ricchezza digitale - investire nel nuovo mondo.

"Daniel Kerbach, Chief Investment Officer di Bankhaus Merck Finck Finck, analizza che "dalla fine della privacy possono derivare quattro grandi temi di investimento: salute, sicurezza dei dati, digitalizzazione con particolare attenzione all'intelligenza artificiale e l'ampio campo della sostenibilità.

I progressi nella salute e nel benessere personale sono guidati dalle tecnologie digitali, che rimodellano il nostro modo di vivere e lavorare e creano industrie completamente nuove. "Le aziende del settore della sanità digitale ne beneficiano direttamente. Grazie a tecnologie dirompenti - sensori, connettività o cloud computing - portano sul mercato prodotti e servizi nuovi e migliorati. Poiché combatte le malattie della civiltà e aumenta l'età, ha un impatto indiretto sullo stile di vita, il tempo libero, il Benessere e l'alimentazione".

Quando Big Data incontra il Grande Fratello, la sicurezza informatica diventa sempre più importante. "Il 97% delle 500 compagnie Fortune 500 sono gia' state hackerate. E il tre per cento è stato hackerato, ma non lo sanno", informa Kerbach. "Ecco perché gli investimenti nella sicurezza informatica stanno aumentando in modo massiccio. Mentre nel 2015 era ancora di 91 miliardi di dollari USA, nel 2020 sarà già di 161 miliardi. E' una cosa importante".

Una terza area riguarda argomenti legati all'intelligenza artificiale e ai nuovi prodotti e agli aumenti di produttività ad essa associati. rät Kerbach investitori di tenere maggiormente in considerazione l'Asia e soprattutto la Cina. "Si stima che le entrate derivanti dalle sole soluzioni di IA strettamente definite aumenteranno da 7,3 miliardi di dollari nel 2018 a circa 90 miliardi di dollari nel 2025. Ironia della sorte, nella competizione globale, la persona che gestisce il wenigsten Datenschutz sarà davanti al branco".

Kerbach privilegia gli investimenti tematici nella realizzazione concreta di idee di investimento. E' importante non essere troppo ristretti sugli argomenti. "I manager devono avere a disposizione una certa gamma di titoli per rispondere. Inoltre, più piccolo è l'universo di investimento, minore dovrebbe essere il peso dell'idea nel portafoglio. Troviamo interessanti i sistemi nella sicurezza digitale, nell'automazione o nella robotica. Asia Tec' rimane un problema anche per noi. Proprio come il settore sanitario in rapida crescita - specialmente con l'interfaccia tra salute e digitalizzazione. Naturalmente, i nostri clienti ricevono anche raccomandazioni specifiche su ETF, fondi, certificati e singoli titoli. Tuttavia, non possiamo nominarli senza un consiglio appropriato".

Inoltre, vi è anche una sorta di deviazione per affrontare la questione. "In un momento in cui gli investimenti socialmente responsabili sono più importanti che mai, la crescita a lungo termine di industrie che minano la libertà personale potrebbe essere a rischio. Le strategie di investimento sostenibile tengono conto di questo aspetto e costituiscono quindi una sorta di contropolo nel portafoglio", spiega Kerbach.

_____________________

Pubblicazione speciale:

Merck Finck Finck Banchieri privati

www.merckfinck.de

Foto: Adobe Stock // iStock

Indirizzo editoriale

  • Private Wealth GmbH & Co. KG
    Montenstrasse 9 - 80639 München
  • +49 (0) 89 2554 3917
  • +49 (0) 89 2554 2971
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lingue

Social media