• Mariella Bauer

Padroni di casa perfetti.

Relais Moltke Egerner Höfe Graf und Gräfin von Molkte 07

Affari alberghieri. Gli hotel a conduzione familiare spesso hanno problemi a farsi conoscere a livello internazionale. Susanne Gräfin von Moltke e Klaus-Dieter von Moltke utilizzano l'appartenenza all'associazione alberghiera Relais & Châteaux per questo.

"Essere autorizzati ad ospitare è qualcosa di meraviglioso", dice Susanne Gräfin von Moltke, "si può invitare il mondo intero a qualsiasi ora, giorno e notte".

Insieme al marito Klaus-Dieter, l'imprenditore gestisce il Park-Hotel Egerner Höfe am Tegernsee e il Gut Steinbach a Reit im Winkl. La coppia impiega 200 persone e genera un fatturato annuo di circa 15 milioni di euro. La contessa von Moltke dice che l'unico sforzo è che si tratta di un lavoro a tutto tondo. "365 giorni all'anno, anche nei giorni festivi come il Natale, non andiamo mai via."

Fino all'inizio degli anni '90 questa situazione era diversa. Klaus-Dieter von Moltke ha lavorato come consulente aziendale. Ma poi, poiché la sua famiglia possedeva diverse cliniche, voleva costruire una clinica di riabilitazione per bambini su un terreno a Rottach-Egern sul lago Tegernsee. La congregazione ha rifiutato. Tuttavia, ha sottolineato che Moltke potrebbe costruire un hotel invece di una clinica.

Come consulente trascorre 200 giorni all'anno in albergo, pensò Moltke, aveva già l'una o l'altra idea. Guardando indietro, questa è stata la nascita del Park-Hotel Egerner Höfe, che nel corso degli anni si è sviluppato fino a diventare una destinazione top sul lago Tegernsee.

Dal 2013 la contessa von Moltke è responsabile della comunicazione e del marketing e, in qualità di Managing Director di un'agenzia pubblicitaria di Francoforte, è responsabile per clienti come Procter & Gamble. Può beneficiare della sua esperienza professionale. "Ci sono alcune somiglianze tra l'industria della pubblicita' e quella alberghiera." Nella pubblicità, consulenti, copywriter e grafici devono essere riuniti sotto lo stesso tetto - nel settore alberghiero sono cuochi, receptionist e cameriere. "Non si puo' fare niente da soli, solo insieme."

Dal 2011 appartiene al gruppo di aziende anche la tenuta Steinbach presso Reit im Winkl. La coppia ha investito più di 20 milioni di euro, di cui 50 ettari di terreno e bosco con 60.000 metri quadrati di terreno coltivabile, per l'acquisto di questa proprietà. Affinché questo valga la pena, è chiaro che i Moltke devono farsi conoscere al di là dei confini tedeschi. "Si tratta di raggiungere", dice l'esperto di marketing, "e l'appartenenza a un'associazione come Leading Hotels o Relais & Châteaux è indispensabile".

Relais Chateaux Egener H

Il Park-Hotel Egerner Höfe è quindi membro del Relais & Châteaux dal 2013 e della tenuta Steinbach dal 2019. La crescita dalla Germania va benissimo, ma ci dà accesso a tutto il mondo", spiega la contessa von Moltke. La registrazione funziona secondo rigorosi criteri di selezione. Ispettori e tester gourmet, alcuni dei quali lavorano anche per la Guida Michelin della Bibbia dei ristoranti, osservano da vicino l'hotel e il ristorante. "Vengono chiesti piu' di 300 criteri." La quota associativa non trascurabile viene poi determinata dal numero di camere. L'adesione all'associazione vale la pena, dice Moltke, e indica un aumento del 5% del tasso di occupazione annuale del Park-Hotel Egerner Höfe da quando è entrato a far parte del Relais & Châteaux.

Relais Chateaux Gut Steinbach

L'associazione alberghiera e la classe media tedesca sembrano comunque avere un buon collegamento. Circa il 30% delle 22 aziende tedesche associate a Relais & Châteaux appartiene a medie imprese o imprenditori di altri settori. Burg Wernberg è di proprietà della famiglia di elettronica Conrad, mentre Grand Village Resort & Spa sul Mar Baltico è di proprietà di Jan Henric Buettner, ex capo di AOL Europe e gestore di fondi di rischio. Le celebrità di Hollywood si possono trovare anche qui. Richard Geres Bedford Post si trova a un'ora da New York, circondato da foreste.

Come sottolinea Philippe Gombert, presidente dell'associazione esclusiva, uno dei criteri più importanti per essere accettati nel circolo Relais & Chateau, insieme ai legami regionali, è che i viaggiatori si sentono accolti da una famiglia negli alberghi. Con la loro filosofia, i Relais & Châteaux von Moltkes Relais & Châteaux sono quindi i perfetti ospiti di Relais & Châteaux. ®

______________________

Forte insieme.

Fondata nel 1954, l'associazione alberghiera Relais & Châteaux è oggi composta da 580 alberghi e ristoranti a conduzione familiare in 60 paesi del mondo. I soci Relais & Châteaux sono 22 in Germania e 13 in Austria. Nel 2017, Relais & Châteaux ha generato un totale di 23 miliardi di euro, suddivisi equamente tra pernottamenti e ristoranti gourmet. La quota di iscrizione dipende dal numero di camere. Secondo l'associazione, ad esempio, una casa con 20 camere e nove suite costerà circa 18.000 euro all'anno e un ristorante gourmet con un fatturato di oltre due milioni di euro, per un importo forfettario di circa 7.000 euro.

I membri di Relais & Châteaux si impegnano in un manifesto presentato all'Unesco nel 2014 con l'obiettivo di proteggere il patrimonio locale e l'ambiente. Le singole aziende familiari sono supportate dall'associazione nella ricerca del personale e nella rotazione all'interno del gruppo. Quando la stagione si conclude ad una estremità del mondo, i dipendenti trovano lavoro all'altra estremità. L'associazione è strutturata in delegazioni nazionali, che possono controllare le azioni di mercato specifiche per ogni caso.

La contessa von Moltke è rappresentante dell'associazione in Germania dal 2017. Secondo Moltke, uno dei criteri di distinzione più importanti rispetto ad altre associazioni alberghiere come Leading Hotels è l'ancoraggio regionale e la gestione individuale degli alberghi associati. Inoltre, fin dalla sua fondazione, il valore è stato attribuito all'ottima cucina.

L'associazione registra un totale di 368 stelle Michelin in tutto il mondo - tra cui lo chef a tre stelle Claus-Peter Lump del ristorante Bareiss di Baiersbronn. Nel marzo di quest'anno, il membro Juan Amador ha ricevuto anche la terza stella in Spagna. Lo chef Thomas Kellermann, chef di spicco, cucina nel Dichterstub'n dell'Egerner Höfe dalla metà del 2018. "La cucina stellare non è un lusso solo per l'ospite", ride la contessa von Moltke, "ma anche per l'imprenditore".

______________________

Autore: Mariella Bauer

Foto: Relais & Châteaux

Indirizzo editoriale

  • Private Wealth GmbH & Co. KG
    Montenstrasse 9 - 80639 München
  • +49 (0) 89 2554 3917
  • +49 (0) 89 2554 2971
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lingue

Social media