• Yvonne Döbler, Gerd Hübner, Klaus Meitinger

Sicurezza per TINA.

Print Friendly, PDF & Email

60 20190914 DSF5875

Strategia azionaria. Le azioni sono oggi indispensabili per l'allocazione del portafoglio - There Is No Alternative (TINA). Tuttavia, non tutti possono convivere con la maggiore volatilità della classe di attività. Il Lerbacher Runde spiega come gli investitori possono ridurre efficacemente le fluttuazioni.

"Oggi, i titoli a tasso fisso con un volume di circa 17 trilioni di dollari sono soggetti a tassi di interesse negativi in tutto il mondo", afferma Kai Röhrl, Robeco, e conclude: "Chiunque voglia mantenere il proprio capitale in termini reali e forse anche generare una crescita del capitale deve dire addio alla classica allocazione del portafoglio - 70 per cento di obbligazioni e 30 per cento di azioni.

"In questo ambiente, le scorte sono davvero senza alternative", spiega Carsten Mumm, Donner & Reuschel. "Stiamo già vedendo che gli investitori sono ora più aperti ad aumentare la loro esposizione azionaria", afferma Andreas Rhein, Focam Family Office, "ma le prime fluttuazioni dei prezzi li sconvolgono rapidamente e rimettono in discussione le loro decisioni di investimento. Ecco perché è importante avere strategie che riducano la volatilità della quota azionaria del portafoglio".

// Diversificazione dell'uso.

"L'home bias può essere osservato in tutto il mondo", spiega Röhrl. "Agli investitori piace investire nei mercati nazionali, in quello che pensano di poter giudicare perche' e' alla loro porta di casa." Infatti, secondo le stime della Deutsche Bank, le azioni tedesche rappresentano in media oltre il 50% dei depositi degli investitori in Germania. "In ogni caso, vi consigliamo di distribuire il vostro portafoglio azionario a livello globale e in diversi settori", spiega Maximilian Kunkel, UBS Europe. "Questo riduce le fluttuazioni dei prezzi e apre ulteriori opportunità di rendimento", aggiunge Stephan Pilz,  Sand & Schott.

Ciò può essere ben dimostrato dai rapporti di correlazione. "Il valore di 1.0 rappresenta una perfetta sincronizzazione di due mercati. Questo coefficiente è di 0,76 per le azioni europee e statunitensi e di soli 0,57 per le azioni sudamericane e statunitensi. Poiché l'andamento dei prezzi nei diversi mercati è diverso, anche il valore di un portafoglio misto fluttua molto meno dell'investimento in una sola regione", spiega Rhein.

"Un'altra possibilità di diversificazione non è quella di fare affidamento solo sui grandi indici", afferma Gottfried Urban, Urban & Kollegen Vermögensmanagement, "ma ha senso aggiungere azioni di secondo e terzo livello".

Andreas Rhein consiglia inoltre agli investitori di non considerare la componente azionaria da sola, ma sempre nel contesto del portafoglio. "Ogni investitore ha ancora obbligazioni, immobili o investimenti alternativi nel suo portafoglio.In aggiunta, la volatilità della componente di puro capitale proprio è relativizzata". Anche Stefan Hollidt, specialista di portafoglio, considera questo contesto decisivo. "Dopo tutto, la giusta asset allocation può creare un portafoglio in grado di resistere alla battuta d'arresto generale anche in crisi".

I titoli di Stato statunitensi sono un ragionevole complemento alle azioni. "Ho esaminato le correlazioni degli ultimi 50 anni in fasi stressanti e ho scoperto che non c'è un diversificatore migliore", dice Hollidt. "Ogni volta che scoppiava una crisi, si preparava una fuga verso questo rifugio sicuro. I prezzi sono aumentati e hanno attenuato le perdite su altri mercati del portafoglio. Il mio consiglio è di non coprire il dollaro su questo. perche' ne trae vantaggio anche in queste situazioni".

// Scegliere le azioni con saggezza.

"Perché gli immobili sono così sicuri", chiede Gottfried Urban e risponde: "Una ragione, naturalmente, è che, a differenza delle azioni, non viene pubblicato alcun prezzo di mercato giornaliero. Ma altrettanto importante è il rendimento locativo costante".

Infatti, secondo i professionisti, gli investitori dovrebbero pensare allo stesso modo sulle azioni e scegliere società con un bilancio solido e profitti e dividendi annuali stabili a lungo termine. "Tali titoli sono in realtà meno soggetti a fluttuazioni nel tempo", dice Urban. "Gli investitori possono così ridurre la volatilità del loro portafoglio semplicemente selezionando le azioni giuste", conclude Stephan Pilz.

"Per gli investitori", dice Maximilian Kunkel, "l'unica domanda rilevante dovrebbe essere se l'investimento paga un rendimento adeguato a lungo termine. "Il prezzo attuale diventa irrilevante."

Per Pilz, tuttavia, non sono solo le figure chiave che giocano un ruolo nella selezione. "In tempi di cambiamenti dirompenti, il modello di business deve essere analizzato attentamente. Perché solo se questo è a prova di futuro l'azienda consegnerà il pagamento previsto a lungo termine". "Si tratta di selezionare aziende in grado di adattarsi ai cambiamenti in corso", aggiunge Hollidt. Secondo Kunkel, è qui che si possono fare investimenti in megatrends. "I quattro principali sono la crescita demografica, l'urbanizzazione, l'invecchiamento e la sostenibilità.Daraus può quindi essere utilizzato per ricavare ulteriori sotto-argomenti. Anche le azioni delle società che beneficiano di tali sviluppi strutturali fluttueranno in termini di prezzo, ma grazie al loro promettente modello di business, si riprenderanno più rapidamente e avranno buone prestazioni a lungo termine".

// Inserire le opzioni.

Le fluttuazioni dei prezzi possono essere ridotte anche vendendo sistematicamente le opzioni di acquisto. "Questo può significare che gli investitori stanno tagliando una parte del potenziale profitto nel mercato toro. Tuttavia, il rendimento aggiuntivo generato in questo modo riduce la perdita in caso di un calo significativo", spiega Kunkel. Molti investitori, esperti hanno osservato, d'altra parte, utilizzerebbero le opzioni per limitare le perdite. "Ma non credo che al momento non abbia senso. Aiuta solo a tenere le emozioni sotto controllo. Ma nelle fluttuazioni dei mercati costa semplicemente troppo", analizza Carsten Mumm.

Consiglia invece agli investitori di creare una quota strategica di azioni con la quale si sentono a loro agio, di mantenerla a lungo termine e di aggiungere una posizione di liquidità leggermente superiore al loro portafoglio. "Questo offre l'opportunità di operare a basso costo sul mercato azionario in tempi di crisi", afferma Mumm.

// Ripensare la partecipazione.

"In definitiva, sarebbe la migliore rete di sicurezza per fornire agli investitori una conoscenza di base della partecipazione azionaria", riassume Rhein. "Infatti, questo potrebbe aiutare gli investitori a classificare meglio le fluttuazioni delle azioni e non uscire immediatamente ad ogni perdita di prezzo", aggiunge Pilz. Sarebbe inoltre utile valutare equamente ogni investimento. "Anche i prezzi degli immobili fluttuano ogni giorno, gli investitori non lo vedono", erläutert Hollidt. "Inoltre," dice Carsten Mumm, "è importante tenere a mente che, sebbene i prezzi delle azioni possano fluttuare bruscamente nel breve termine, la probabilità di perdite a lungo termine è pari a zero".

"Consiglio quindi a tutti di vedere le azioni come immobili come investimenti a lungo termine e semplicemente di non guardare costantemente all'andamento dei prezzi, ergänzt Urban e schmunzelt:   Nennen Sie Ihr Aktiendepot doch einfach Immobilie. ®

Indirizzo editoriale

  • Private Wealth GmbH & Co. KG
    Montenstrasse 9 - 80639 München
  • +49 (0) 89 2554 3917
  • +49 (0) 89 2554 2971
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lingue

Social media