"Ce ne andiamo."

Print Friendly, PDF & Email

ifo index feb2018 Cari lettori,

l'indicatore del mercato azionario privato consegnato a fine febbraio ein Verkaufssignal . Come sapete, non si tratta di prevedere  Trendwenden esattamente sui mercati azionari. Tuttavia, stiamo cercando di capire quando cambia il rapporto tra opportunità e rischio quando si investe in azioni. La logica: le azioni Wenn sono valutate basse e l'andamento economico migliora, la probabilità che il mercato azionario si sviluppi positivamente nel lungo termine è alta. Se, d'altro canto, le azioni sono costose e le aspettative economiche stanno peggiorando, è giunto il momento di diventare più prudenti.

E' esattamente quello che sta succedendo oggi.

La prima domanda: il mercato è economico o costoso? Il modello risponde a questa domanda attraverso un'ampia sezione di dati economici: prodotto nazionale, prezzi, esportazioni, ma anche fattori specifici dell'impresa come i dividendi o le aliquote fiscali.

La linea di pensiero fondamentale è stata delineata dal grande investitore André Kostolany molto tempo fa.Er ha paragonato l'interazione tra economia e borsa valori con la passeggiata di un cane e del suo proprietario. Mentre l'uomo - l'economia - si muove lentamente e costantemente in avanti, il cane - la borsa valori - a volte va avanti.Oder rimane indietro. Ma a un certo punto torna sempre dal suo padrone.

Il modello di tendenza della ricchezza privata riflette quindi una sorta di "fair value" del DAX alla luce dello sviluppo economico a lungo termine. Un confronto con le citazioni correnti mostra quanto avanti il cane ha corso o è rimasto indietro.

Secondo la logica del modello, il valore equo del DAX è attualmente di circa 10000 punti. Il barometro del mercato azionario tedesco è quindi sopravvalutato di circa il 25%. Questo non è insolito e non è davvero motivo di preoccupazione. Più problematica, tuttavia, è la situazione nel settore dei piccoli e medi valori. Dall'inizio del 2012, questi ultimi hanno registrato una performance doppia rispetto al DAX e sono ora in gran parte molto apprezzati.

Tuttavia, una sopravvalutazione da sola non indica, in un primo tempo, rischi maggiori sui mercati azionari. In un primo tempo, riduce solo il potenziale futuro dei prezzi. Diventa difficile solo quando le aspettative molto positive per quanto riguarda l'economia e gli utili aziendali associati a tali fasi perdono slancio.

Ecco perché la risposta alla seconda domanda sulle aspettative delle imprese è così importante. La risposta è l'Istituto Ifo di Monaco di Baviera. Ogni mese, i ricercatori chiedono a 7000 imprenditori le loro aspettative commerciali per i prossimi sei mesi. Se le aspettative sono scese tre volte di fila dopo un precedente aumento, questo (quasi) stabilisce sempre una nuova tendenza. In passato si potevano quindi prevedere bene anche i grandi punti di svolta dell'economia. Dopo tutto, quelli al timone sanno meglio da dove soffia il vento.

ifo ampel feb2018 Per questo motivo il risultato attuale dell'indagine Ifo è così significativo. Nel mese di febbraio, le aspettative delle imprese del settore sono calate per la terza volta di fila. Sull'orologio economico ifo, l'economia tedesca è ancora nel quadrante del boom. Tuttavia, la tendenza è chiaramente al ribasso. E il semaforo ifo mostra nuovamente "rosso" per la prima volta dal 2016. (grafica in basso)

Il modello di scambio di ricchezza privata reagisce a questa combinazione di valutazioni elevate e di una possibile inversione di tendenza dell'economia con un segnale di vendita. È interessante notare che l'indicatore economico è diventato molto più volatile nel recente passato. Nel 2014 e nel 2016, ad esempio, le aspettative delle imprese sono diminuite solo brevemente. Quindi non c'è stata una vera e propria inversione di tendenza nell'economia, che ha poi portato a una recessione. L'economia e l'indicatore Ifo si sono invece ripresi in tempi relativamente brevi. E le azioni respinte a causa del segnale di vendita hanno dovuto essere riacquistate più tardi - come nel 2006 - ad un prezzo più alto (tabella sottostante).

Naturalmente, questa volta potrebbe accadere di nuovo. L'indicatore del mercato azionario non sempre prevede le inversioni di tendenza e non le prevede esattamente. L'obiettivo è solo quello di fornire un'indicazione delle probabilità di successo di un investimento azionario in un determinato ambiente. Ed è stato progettato in modo tale che preferisce avvertire gli investitori una volta di troppo spesso. Dopo tutto, l'obiettivo dichiarato è quello di partecipare ai grandi movimenti al rialzo a lungo termine sui mercati azionari, ma soprattutto di evitare i grandi ribassi. La tabella che segue mostra come ha funzionato in passato.

Mese                     Indicatore del ciclo economicoDAX     DAX Fair value       Posizionamento

Giugno 2003favorevolmente3100                           4000                         Acquista

Luglio 2006                                       negativo5500                         4900              vendere

Dicembre 2006        positivo6400                               5100              Acquista

Agosto 2007                     negativo7800                           5400              vendere

Marzo 2009                        positivo3800                       5800           5800              Acquista

Febbraio 2011                negativo7300                             6800              vendere

Gennaio 2012                      positivo6300                           7100                           Acquista

Luglio 2014                                           negativo9700                         8000              vendere

Gennaio 2015                      positivo9900                       8250              Acquista

Febbraio 2016                    negativo9500              8800           8800              Vendita

Maggio 2016                                           positivo9800              8950              Acquista

Febbraio 2018                    negativo12500            10050            vendere

Conclusione:

L'indicatore del mercato azionario privato suggerisce ora solo una quota azionaria compresa tra lo zero e il 30 per cento della componente azionaria che ogni investitore singolarmente considera appropriata a lungo termine. Questo significa che siamo - per così dire - fuori dal mercato.

Coloro che ora iniziano a ridurre la quota di capitale proprio dovrebbero farlo soprattutto nel caso di società più piccole e di azioni a bassa liquidità. Un altro criterio è il debito. Se ci fosse davvero una flessione dei mercati azionari e dell'economia, l'indebitamento sarebbe fatale.

Se la tendenza economica si inverte presto, potrebbe essere necessario effettuare nuovi investimenti a prezzi più elevati, come nel 2006, 2015 e 2016. E' il prezzo di un titolo;

vostro

Klaus Meitinger

Nota: nonostante l'accurata selezione delle fonti, non si assume alcuna responsabilità per l'accuratezza del contenuto. Le informazioni fornite nel patrimonio privato hanno solo scopo informativo e non costituiscono un invito all'acquisto o alla vendita di titoli.

Pin It

Indirizzo di pubblicazione

Private Wealth GmbH & Co. KG
Südliche Auffahrtsallee 29
80639 München

I social media

  • Tel.:
    +49 (0) 89 2554 3917
  • Fax:
    +49 (0) 89 2554 2971
  • Email:
    iQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Soziale Medien

         

   email